Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Voghera, assessore Lega spara a extracomunitario e lo uccide. Eurodeputato: "Legittima difesa"

© Massimo Adrianici - FacebookMassimo Adrianici
Massimo Adrianici - Sputnik Italia, 1920, 21.07.2021
Seguici su
La vittima è un uomo di 39 anni di origine marocchina, morto in ospedale. Il colpo sarebbe partito per sbaglio durante una lite in piazza Meardi. Per l'eurodeputato leghista Ciocca è stata legittima difesa perché l'assessore stava difendendo una ragazza.
Massimo Adriatici, assessore alla Sicurezza e esponente della Lega, è agli arresti domiciliari per aver sparato e ucciso un uomo di 39 anni di origini marocchine, a Voghera, in provincia di Pavia.
La vittima, Youns Boussetaoui, è stata ferita attorno alle 22, davanti ad un bar di piazza Meardi. Soccorso dal 118 è stato trasportato in ospedale, dove è deceduto per un peggioramento delle sue condizioni.
Secondo quanto riporta AdnKronos, Adriatici ha ammesso ai magistrati di aver sparato al 39enne, ma di averlo fatto "per sbaglio". L'assessore, che in passato è stato anche poliziotto, deteneva regolarmente l'arma.
"Stavo passeggiando in piazza Meardi quando ho notato quell'uomo infastidire i clienti di un bar. Mi sono avvicinato, l'ho redarguito invitandolo ad andarsene e a quel punto ho chiamato la Polizia. Sentendo la mia telefonata, mi ha spinto facendomi cadere. E' stato a quel punto che dalla pistola già impugnata è partito il colpo". Questa la sua versione dei fatti riportata da AdnKronos.
Sarebbe stato quell'unico colpo a ferire mortalmente il giovane che, secondo quanto riportano le principali agenzie stampa, avrebbe numerosi precedenti penali.
La ricostruzione adesso è a vaglio dei carabinieri di Pavia, incaricati delle indagini.

Le reazioni dei politici

Diversi esponenti politici hanno commentato l'uccisione del 39enne come un episodio da Far West. La deputata Yana Ehm, eletta alla Camera con il M5S, in un post di Facebook si è detta "senza parole" per l'accaduto.
"Non è questo l'esempio che deve arrivare dai rappresentanti delle istituzioni, tanto meno da un Assessore alla Sicurezza", ha commentato.
"Al momento - ha aggiunto - Adriatici si trova agli arresti domiciliari, ma è già in corso la sua beatificazione da parte del Carroccio!
"Siamo alla più completa follia, abbiamo travalicato i confini dell'assurdo", ha scritto il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti.
"Notizie così gravi, al giorno d'oggi, si fatica persino a pensarle. - prosegue - Ho sempre parlato del ruolo dell'amministratore pubblico come il più prossimo e vicino alle persone, in cui la politica si lega a doppio filo con le esigenze e le necessità primarie dei cittadini, di tutti i cittadini. Lo penso tuttora e continuerò a pensarlo. Per questo leggere notizie come questa, gravissima, fa molto male: come istituzioni abbiamo un ruolo e dei valori da difendere, e anzi, da valorizzare soprattutto in questo periodo difficilissimo".

Ciocca: "Ha difeso una ragazza"

La Lega, invece, si stringe all'assessore di Voghera e parla di legittima difesa, sottolineando il fatto che la vittima avesse già precedenti penali.
"Quanto accaduto a Voghera, in un locale non lontano dal centro, è un chiaro episodio di legittima difesa. Se non fosse stato per un uomo lì' presente, assessore leghista, già appartenente alle forze dell'ordine in passato, pronto ad intervenire a difesa di una ragazza molestata da un marocchino, probabilmente ora staremmo parlando di una violenza su una ragazza innocente". Lo afferma, in una nota, l'eurodeputato leghista Angelo Ciocca, originario di Pavia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала