Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

OMS lancia l'allarme: possibile diffusione di varianti più contagiose della Delta

© AP Photo / Raphael Satteril quartier generale dell'OMS a Ginevra
il quartier generale dell'OMS a Ginevra - Sputnik Italia, 1920, 21.07.2021
Seguici su
Secondo il numero uno dell'OMS, il rischio sarebbe quasi inevitabile qualora non dovessero essere raggiunti gli obiettivi stabiliti per la fine del 2021 e l'inizio del 2022.
Il capo dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha avvertito mercoledì che l'umanità potrebbe presto vedere un picco di una mutazione del coronavirus ancora più contagiosa e pericolosa rispetto alla variante Delta attualmente in circolazione.
"Più trasmissione, più varianti emergeranno con il potenziale per essere ancora più pericolose della variante Delta che sta causando una tale devastazione ora. E più varianti, maggiore è la probabilità che una di esse eluda i vaccini e ci riporti indietro, al punto di partenza", ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus alla 138a sessione del Comitato Olimpico Internazionale.
Nonostante la creazione e il lancio di vaccini in tutto il mondo, nonché altre misure preventive per contenere la pandemia, il mondo è sull'orlo di un'altra ondata di coronavirus, ha osservato Ghebreyesus, elencando tra i motivi la mancanza di parità di accesso ai vaccini per tutti i Paesi.
In particolare, solo l'1% delle popolazioni delle nazioni a basso reddito ha ottenuto l'accesso ad almeno una dose vaccino, rispetto a oltre la metà della popolazione nei paesi sviluppati, ha continuato il capo dell'OMS, aggiungendo che l'attuale ingiustizia globale nella condivisione di vaccini e altri mezzi per combattere la pandemia, inclusi test e trattamenti, contribuiscono non solo a "turbolenze sociali ed economiche", ma anche all'ulteriore diffusione del virus.
Per un'inversione di tendenza, ha chiarito ancora Ghebreyesus, è fondamentale raggiungere diversi obiettivi, che erano stati precedentemente delineati dall'OMS insieme al Fondo monetario internazionale, alla Banca mondiale e all'Organizzazione mondiale del commercio.
Questi includono la vaccinazione di almeno il 10% della popolazione di ogni paese entro settembre, almeno il 40% entro la fine del 2021 e il 70% entro la metà del 2022.
Vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 15.07.2021
Appello dell'OMS a ciascun paese: almeno il 10% della popolazione vaccinata entro autunno

La pandemia di COVID-19

L'OMS ha dichiarato lo stato di pandemia mondiale causato dalla diffusione incontrollata del COVID-19 l''11 marzo 2020.
Ad oggi, più di 191 milioni di persone sono state infettate dal coronavirus in tutto il mondo e più di 4 milioni sono morte, secondo la Johns Hopkins University.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала