Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Inps: quasi 500 euro in meno di pensione alle donne nel 2021

© Sputnik . Evgeny UtkinI pensionati giocano a carte in una strada
I pensionati giocano a carte in una strada  - Sputnik Italia, 1920, 21.07.2021
Seguici su
I nuovi assegni liquidati nei primi sei mesi dell’anno sono stati in media di 1.429 euro per gli uomini.
Il gender gap salariale si conferma anche nelle pensioni in Italia. Lo conferma l’Inps nel Monitoraggio dei flussi di pensionamento relativo ai primi sei mesi del 2021.
Secondo l’Istituto di previdenza le pensioni liquidate nel primo semestre agli uomini (1.429 euro al mese) sono state di 498 euro superiori all'importo medio delle pensioni liquidate nello stesso periodo alle donne (931 euro).

Quasi 400mila pensionati

Nei primi sei mesi del 2021 l’Inps ha rilevato 389.924 nuovi pensionati con un importo medio mensile di 1.155 euro al mese.
Su questo dato complessivo “prevalgono le pensioni femminili, 215.124 contro le 174.800 maschili” ma resta il divario, con pensioni più alte per gli uomini.
Per la popolazione maschile è stato registrato un numero più alto di pensionamenti anticipati, 79.935 per 2.104 euro medi. Per le donne le pensioni anticipate di importo più alto, sono state 44.204 per 1.609 euro medi.
Nei primi sei mesi del 2021 sono state oltre 30.000 le persone con età inferiore ai 60 anni che sono andate in pensione anticipata, per la maggior parte lavoratori dipendenti (20.010).
L’Inps rileva che anche tra gli artigiani ci sono state molte uscite anticipate, 4.336. I dipendenti pubblici che hanno lasciato l'ufficio prima dei 60 anni sono stati 2.929.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала