Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Autostrade, Antitrust apre procedura di diffida per mancato adempimento del taglio ai pedaggi

CC BY-SA 4.0 / Wikipedia / Carlo Dani / Sede di Autostrade per l’Italia SpA a Roma
Sede di Autostrade per l’Italia SpA a Roma - Sputnik Italia, 1920, 21.07.2021
Seguici su
Autostrade avrebbe dovuto attuare una riduzione del costo dei pedaggi in qualità di compensazione per i disagi del marzo 2021.
L'Antitrust ha aperto un procedimento nei confronti di Autostrade per inottemperanza alla diffida che imponeva alla società di cessare la pratica scorretta accertata nel mese di marzo 2021, dopo aver accertato che atteso che Aspi non ha ridotto il costo del pedaggio e/o non ha adottato alcuna procedura per riconoscere agevolazioni tariffarie e rimborsi per le tratte autostradali in cui si "verificavano rilevanti criticità nella viabilità a causa di lavori straordinari per la messa in sicurezza delle infrastrutture che risentono di gravi carenze nella gestione e nella manutenzione".
Per tale motivo, l'Antitrust aveva sanzionato Aspi con il massimo edittale, pari a 5 milioni di euro, in ragione dei ritardi e dei rallentamenti.
Pino Cabras, membro della Commissione Affari Esteri alla Camera dei Deputati - Sputnik Italia, 1920, 17.06.2021
Autostrade, Cabras a Sputnik: “No ad accordo capestro, i responsabili devono pagare i danni”

La soddisfazione di Assoutenti

La notizia è stata ovviamente accolta con favore da Assoutenti, che la ha definita "ottima per tutti gli automobilisti e i consumatori italiani":
"Siamo lieti che l'Antitrust abbia accolto i nostri ripetuti appelli e acceso un faro sulle mancate riduzioni dei pedaggi da parte della società sulla cui rete si registrano innumerevoli cantieri, rallentamenti e disagi a non finire per gli automobilisti", ha commentato l'associazione.
D'altra parte, Assoutenti ha sottolineato la mancata implementazione del "cashback sui pedaggi annunciato per luglio da Aspi per indennizzare gli automobilisti danneggiati dai cantieri stradali" e ha auspicato che i rimborsi nei confronti degli utenti coinvolti nei disservizi autostradali vengano effettuati al più presto.
Per il futuro, l'associazione ha annunciato di voler presentare documenti a tutela degli utenti nel procedimento avviato dall'Antitrust.

I disagi sulle Autostrade

La vicenda aveva coinvolto le autostrade A/16 Napoli/Canosa, A/14 Bologna/Taranto, A/26 Genova Voltri-Gravellona Toce e, per le parti di sua competenza, A/7 Milano-Serravalle-Genova, A/10 Genova-Savona-Ventimiglia e A/12 Genova-Rosignano, in violazione degli articoli 20, 22, 24 e 25 del Codice del Consumo.
In queste tratte nel marzo 2021 si erano registrate importanti riduzioni delle corsie di marcia e/o specifiche limitazioni della velocita' massima consentita, con conseguente notevole disagio non solo per i consumatori ma anche per gli autotrasportatori, in termini di code, rallentamenti e significativo aumento dei tempi di percorrenza.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала