Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Siria, forze di difesa anti-aerea respingono "aggressione israeliana" su Aleppo - Video

© AP Photo / Ariel SchalitF-15 israele, esercito israele
F-15 israele, esercito israele - Sputnik Italia, 1920, 20.07.2021
Seguici su
Il governo siriano ha più volte fatto appello al Consiglio di sicurezza dell'ONU chiedendo di esercitare pressioni su Israele per porre fine alla sistematica violazione della sovranità siriana.
Le difese aeree siriane situate nei pressi della città siriana di Aleppo hanno respinto quella che i media statali hanno definito "un'aggressione israeliana", avvenuta nella notte tra lunedì e martedì.
In una breve dichiarazione pubblicata sul proprio account Twitter, il Ministero della Difesa siriano ha dichiarato:
"Intorno alle 23:37 di lunedì 7/19, il nemico israeliano ha effettuato un'aggressione aerea verso il sud-est di Aleppo, prendendo di mira alcuni punti nell'area di Al-Safira".
Alcune indiscrezioni trapelate online suggerivano che i missili israeliani avessero colpito obiettivi, ma i funzionari non hanno confermato alcun danno.
Da parte sua, lo stato di Israele non ha rilasciato alcun commento ufficiale su quanto accaduto.
L'agenzia di stampa statale SANA ha pubblicato video che mostrano il bagliore del motore a razzo di un missile e le fiammate del fuoco antiaereo.
Sui social network hanno iniziato a circolare foto che mostrerebbero le esplosioni causate dagli attacchi aerei.

I precedenti

Israele ha già lanciato attacchi contro al-Safira, prendendo di mira un complesso di ricerca che si dice sia utilizzato dal reparto dei Quds iraniani, un'unità d'élite del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica (IRGC), che Gerusalemme sostiene stia pianificando attacchi contro Israele.
L'analista politico Eva Koulouriotis ha scritto su Twitter che gli attacchi aerei di martedì erano diretti alle stesse strutture, ma sono emerse ulteriori confermo a proposito per il momento.

Aleppo, una città martoriata dalla guerra

La città di Aleppo, con i suoi 7.000 anni di storia alle spalle è stata per secoli considerata la capitale islamica della cultura e ha subito danni catastrofici durante la guerra civile siriana, quando l'esercito arabo siriano ha combattuto al-Nusra* e altri gruppi terroristici per il controllo della città, che è stata alla fine liberata nel 2016.
Dopo l'inizio della ricostruzione, mezzo milione di rifugiati sono tornati ad Aleppo. Tuttavia, a poche miglia a ovest, Hayat Tahrir ash-Sham, un gruppo che ha assorbito al-Nusra, continua ad occupare parti del Governatorato di Idlib insieme alle truppe turche e ad altri gruppi di miliziani islamisti.
*al-Nusra è un'organizzazione terroristica vietata in Russia ed in altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала