Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

È a Roma il più grande focolaio d’Italia. Dopo la partita con il Belgio: 97 contagiati

© Foto : @mashupofglowFesteggiamenti Italia
Festeggiamenti Italia - Sputnik Italia, 1920, 20.07.2021
Seguici su
Tutti i casi sono collegati al pub Clifton nel quartiere di Monteverde e per la maggior parte si tratta di giovani sotto i 25 anni.
Iniziano a vedersi le conseguenze degli assembramenti legati agli Europei di calcio vinti dall’Italia. Come previsto dagli esperti i contagi sono saliti e si sono registrati cluster collegati a luoghi di assembramento per la visione delle partite.
È il caso di Roma dove è scoppiato il più grande focolaio del Paese.
Si tratta di 97 contagi tutti collegati al pub Clifton nel quartiere di Monteverde.
Vaccinazione, gli operatori sanitari preparano dosi di vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 presso un centro di vaccinazione a Napoli - Sputnik Italia, 1920, 20.07.2021
Covid-19, in Italia vaccinato oltre un cittadino su due

Assembramenti e giovanissimi

Secondo quanto emerge dal tracciamento dei casi, la maggior parte dei contagiati, 88, ha meno di 25 anni.
ll range di età dei positivi va dai 12 ai 60 anni, con un’età media intorno ai 21 anni. Si tratta di 78 maschi e 19 femmine e 17 sono familiari di persone che sono state contagiate nel pub nella sera dei quarti di finale degli Europei.
E secondo le testimonianze di chi ha partecipato alle serate al pub chi si trovava nel locale non indossava la mascherina nonostante l’assembramento.

Il pub e la rabbia degli utenti

I gestori del pub The Clifton hanno dato la loro versione del “caso” su Facebook affermando che tutte le regole anti-Covid sono state rispettate.
“Molti ragazzi erano nel nostro locale e nonostante tutte le norme previste Anti-Covid sappiamo benissimo tutti che persone vicine possono stare sedute allo stesso tavolo senza mascherina”, hanno scritto.
Sotto il post, in cui è allegata anche la ricevuta della sanificazione del locale, però molti utenti hanno smentito la versione.
C’è chi ha scritto che sono state fatte entrare “più persone del dovuto tutte ammassate senza una finestra aperta”.
Anche la mamma di un contagiato ha scritto: “Voi avreste fatto rispettare le norme anti Covid? Il 2/7 avevate avuto i primi contagi e il 6/7 siete stati comunque aperti per la semifinale dove si è contagiato anche mio figlio, tutti i suoi amici che hanno a loro volta contagiato i familiari”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала