Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Segretario alla Salute Costa vorrebbe non comunicare dati giornalieri su contagi Covid-19

© Sputnik . Evgeny UtkinUna ragazza con il telefono sulla strada
Una ragazza con il telefono sulla strada  - Sputnik Italia, 1920, 19.07.2021
Seguici su
Diffondere meno dati sulla pandemia e concentrarsi sul dare fiducia ai cittadini affinché si vaccinino, questo il punto di vista del sottosegretario che per l'uso del green pass propone una proposta modulare.
I dati del monitoraggio epidemiologico che quotidianamente vengono comunicati alla popolazione attraverso la Protezione civile, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa non li diffonderebbe più.
Precisa che “dobbiamo certamente monitorare, tracciare, avere prudenza ma non trasformarla in paura e non dare troppa rilevanza a quelli che sono i dati dei contagi giornalieri, io sarei per non comunicarli neanche più perché si rischia di generare un clima che non aiuta”, dice intervistato da TgCom 24.
“Noi abbiamo bisogno di rinnovare il rapporto di fiducia tra cittadini e vaccini e continuare ad immunizzarci”, aggiunge il sottosegretario di Noi con l’Italia.
E per quanto riguarda l’obbligo del green pass, spiega che probabilmente si andrà verso un approccio graduale tagliato sulle Regioni.

Altra ipotesi d’uso del green pass

"Rispetto all'estensione del green pass, l'idea è quella di pensare a una modulazione e gradualità a seconda del quadro della Regione: si possono cioè prevedere intensificazioni dell'utilizzo del green pass a seconda della situazione".
Questo significa che “se c'è una situazione che peggiora, automaticamente ci può essere un'applicazione più ampia del green pass.”
L’idea è quella di evitare le chiusure delle attività nelle regioni dove i contagi risalgono, rendendo il green pass obbligatorio: “Se una Regione ha criticità maggiori, piuttosto che chiudere si applica il green pass più restrittivo”.

Cambio dei parametri

Per quanto riguarda i parametri con cui oggi si valuta il quadro epidemiologico regionale, Costa dice che “la modifica dei parametri verrà fatta entro questa settimana e prima di venerdì, in modo che venerdì, quando decideremo i colori per le Regioni, lo faremo già con i nuovi parametri”.
La decisione sarà presa dal Consiglio dei Ministri tra mercoledì o giovedì afferma il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, aggiungendo che “si darà molto più peso agli ospedalizzati e alle terapie intensive”, riporta ancora TgCom24.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала