Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Insulti razzisti sul web contro Hamilton per incidente con Verstappen al Gp di Gran Bretagna

© Sputnik . Aleksey Filippov / Vai alla galleria fotograficaLewis Hamilton
Lewis Hamilton - Sputnik Italia, 1920, 19.07.2021
Seguici su
Considerato uno dei più grandi piloti di F1 di tutti i tempi, l'asso del volante britannico Lewis Hamilton detiene diversi record. Insieme al tedesco Michael Schumacher, Hamilton ha vinto sette titoli mondiali piloti. Ha inoltre ottenuto il maggior numero di vittorie (99), pole position (100) e podi (172).
Il 36enne campione del mondo in carica di F1 Lewis Hamilton è stato bersaglio di insulti razzisti sul web dopo aver vinto il Gran Premio di Gran Bretagna di ieri in modo discusso, dal momento che con una manovra al limite del regolamento, punita dai commissari di gara con 10 secondi di penalità, ha toccato la Red Bull di Max Verstappen finita poi a muro, fortunatamente senza conseguenze fisiche per il pilota olandese, mentre la macchina è rimasta gravemente danneggiata.
Dopo la bandiera rossa e la successiva ripartenza, la gara è stata condotta in testa dal ferrarista Leclerc, sorpassato solo agli ultimi giri dal campione britannico. Grazie alla vittoria di ieri, Hamilton ha ridotto a soli 8 punti il distacco da Verstappen.
Oltre alla penalizzazione in pista, da alcuni giudicata troppo blanda, Hamilton si è visto sottrarre 2 punti in classifica per l'incidente con Verstappen, che a caldo dopo la vittoria del suo rivale si era lamentato per l'atteggiamento antisportivo di Hamilton.
Hamilton è stato preso di mira da troll sui social, che lo hanno schernito con messaggi a sfondo razzista per la sua manovra al limite. Un post su Instagram del Team Mercedes con Hamilton che festeggiava con il trofeo è stato inondato di messaggi razzisti nei commenti, inclusi emoji di gorilla e scimmie.
Sui social è intervenuto oggi il team di Hamilton, per stigmatizzare gli insulti razzisti a danno del campione del mondo.
"La Formula 1, la FIA, i piloti ed i teams lavorano per costruire uno sport più diverso e inclusivo, queste inaccettabili manifestazioni di abusi online devono essere denunciate ed eliminate", si legge in un passaggio del tweet.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала