Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass, Bassetti: "Ora tornare alla normalità, no quarantena e mascherine per i vaccinati"

© Foto : FacebookMatteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova - Sputnik Italia, 1920, 19.07.2021
Seguici su
Per l'infettivologo dell'ospedale San Martino di Genova il via alle restrizioni per i detentori del Green pass è funzionale a "rilanciare la campagna vaccinale" e al ritorno alla normalità.
Il green pass come strumento per il ritorno alla normalità. Matteo Bassetti, direttore del reparto di Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, non ha dubbi sul fatto che il lasciapassare per i vaccinati, i guariti o per chi è negativo al tampone, sia la chiave per scongiurare nuove chiusure in autunno. E va anche oltre.
In un’intervista al Quotidiano Nazionale ribadisce che i vaccinati dovrebbero essere liberi di “togliere del tutto la mascherina, salvo in alcune circostanze come nei trasporti pubblici affollati” e di non essere sottoposti alla quarantena.
"Una parziale immunizzazione – spiega Bassetti - protegge già all’80 per cento dal rischio di ospedalizzazione. E in più la carica virale è davvero bassa”. In poche parole, secondo il virologo con il 100 per cento degli italiani sopra i 12 anni che avranno ricevuto almeno una dose del vaccino, il Covid potrebbe essere trattato alla stregua di un'influenza, lasciandosi alle spalle limitazioni e chiusure.
Un obiettivo, questo, che però è ancora lontano, visto che al momento la percentuale dei vaccinati è attorno al 60 per cento.
Green pass - Sputnik Italia, 1920, 19.07.2021
Green pass, Fedriga: "Se salgono i contagi aprire tutte le attività solo ai vaccinati"
"Il via alle restrizioni per i detentori del Green pass in questa fase – ha spiegato Bassetti - è funzionale soprattutto, da un lato, a rilanciare una campagna d’immunizzazione che è ferma, facciamo solo seconde dosi ormai, dall’altro, a riportare alle capienze abituali cinema, teatri e stadi".
L’infettivologo invoca anche l’obbligo vaccinale per i docenti. L'obiettivo è quello di scongiurare la Dad in autunno. “Non perdiamo altro tempo, se non vogliamo ripetere la situazione dello scorso anno con l’aggravante che adesso le armi per difenderci dall’infezione ci sono", è l’appello di Bassetti.
Enrico Letta, segretario del Partito Democratico - Sputnik Italia, 1920, 19.07.2021
Obbligare tutti al vaccino? Enrico Letta è favorevole
Il virologo, infine, dice di condividere la scelta del governo di Londra sul “freedom day”. Una decisione, ha spiegato, “che ci fa comprendere come non dobbiamo più fissarci sull’incremento dei positivi quanto piuttosto tenere d’occhio l’eventuale aumento dei ricoveri e dei decessi che da quelle parti, come da noi poi, non si sta verificando”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала