Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Amati e vaccinati. L’invito del prof. Francesco Vaia agli italiani e italiane

© Foto : Ufficio stampa di INMI Lazzaro SpallanzaniFrancesco Vaia, direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani di Roma
Francesco Vaia, direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani di Roma - Sputnik Italia, 1920, 19.07.2021
Seguici su
Vaccinati e dimostra di amare te stesso, prenota la prima dose e mostra il tuo amore a chi ti vive accanto. Questo l'invito del direttore dell'Inmi agli italiani.
“Siamo in un momento cruciale, e tu ci puoi aiutare ad uscire, definitivamente, dalla pandemia. Ama te stesso. Ama le persone a te più care e vaccinati” Ed aiuta il Servizio sanitario a tenere traccia dei tuoi contatti”.
Questo il breve ma intenso messaggio che il professore Francesco Vaia, direttore dell’Istituto nazionale di malattie infettive (Inmi), ha lanciato attraverso la sua pagina sociale per rivolgere a tutti l’invito a vaccinarsi, come un atto di amore nei propri confronti e nei confronti degli altri.
Un messaggio che giunge mentre la politica si interroga e si schiera tra i favorevoli e gli sfavorevoli all’obbligo del green pass. Da una parte chi considera l’obbligo una sciagura nazionale, dall’altra chi ci vede un ledere i diritti costituzionali degli italiani, dall’altra chi lo vuole ma con qualche distinguo.
Ed è delle ultime ore il dibattito sull’obbligo vaccinale esteso ad altre categorie come il mondo della scuola, o anche ad una platea più ampia come ha lasciato intendere Enrico Letta.

La campagna vaccinale e la scarsità dei vaccini

Quest’oggi la Fondazione Gimbe ha fornito alcuni numeri sulla disponibilità di vaccini. L’Italia sulla carta avrebbe 94 milioni di dosi a disposizione nel terzo trimestre, ma nei fatti non è così.
Dobbiamo fare a meno del CureVac che ha fallito le sperimentazioni, dobbiamo fare a meno di decine di milioni di dosi di Vaxzevria e del vaccino Janssen a causa dei rischi di trombosi nei più giovani.
La campagna vaccinale prosegue, anche se ieri 18 luglio le somministrazioni sono crollate a 431.823. Nei giorni precedenti la media si era mantenuta sempre al disopra del mezzo milione di somministrazioni giornaliere.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала