Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Cina morto veterinario per il virus dell'Herpes B dei macachi

© Sputnik . Alexei Danichev Piccolo di macaco appena nato
Piccolo di macaco appena nato  - Sputnik Italia, 1920, 18.07.2021
Seguici su
L'uomo viene infettato dal virus dell'Herpes B dei macachi "estremamente" in modo raro, afferma il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) degli Stati Uniti. Tuttavia se una persona infettata non riceve immediatamente le cure, l'infezione può provocare "gravi danni cerebrali" o addirittura il decesso.
Un veterinario di 53 anni è morto a Pechino dopo essere stato infettato dal virus dell'Herpes B dei macachi in quello che risulta essere il primo caso di infezione umano nel Paese, riporta il bollettino settimanale del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie.
L'uomo ha contratto il virus dopo aver dissezionato due scimmie morte in un laboratorio di Pechino il 4 e 6 marzo. Un mese dopo, il veterinario ha iniziato ad avere nausea e vomito prima di soffrire di febbre e sintomi neurologici. È morto il 27 maggio dopo essere stato ricoverato in diversi ospedali, afferma il comunicato.
Le analisi effettuate sul veterinario ad aprile hanno confermato il contagio col virus dell'Herpes B, ma sembra che non abbia contagiato nessuno, dal momento che i suoi parenti stretti sono risultati negativi.
Secondo China CDC, le infezioni zoonotiche da virus dell'Herpes B sono state precedentemente documentate tra ricercatori di laboratorio nordamericani, veterinari e personale che lavora a contatto con gli animali.
"Tuttavia non ci sono state infezioni fatali o addirittura clinicamente evidenti in Cina prima del 2021", hanno scritto i ricercatori.
Il Centro degli Stati Uniti per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) afferma che esiste un solo caso noto di trasmissione del virus da uomo a uomo, quindi per ora non è necessario lanciare l'allarme.
"Le persone in genere vengono infettate dal virus dell'Herpes B se vengono morse o graffiate da un macaco infetto o se entrano in contatto con gli occhi, il naso o la bocca della scimmia", afferma il CDC statunitense.
Sebbene l'infezione di questo virus sia "estremamente rara" per l'uomo, può portare a "gravi danni cerebrali o morte se non si ricevono immediatamente le cure".
Il bollettino cinese non specifica l'esatta causa del decesso del veterinario, ma ha affermato che il tasso di mortalità dell'infezione è compreso tra il 70% e l'80%. L'Herpes B rappresenta quindi "una potenziale minaccia zoonotica" per chi lavora con gli animali, concludono i ricercatori.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала