Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La truffa sul reddito di cittadinanza, Meloni all'attacco: "Follia grillina che va abolita"

© AP Photo / Pool / Riccardo AntimianiGiorgia Meloni
Giorgia Meloni  - Sputnik Italia, 1920, 17.07.2021
Seguici su
L'affondo social della leader di Fratelli d'Italia dopo la scoperta della maxi-truffa sul reddito di cittadinanza a Genova: "È una follia grillina, va abolito".
Dopo Matteo Renzi e il leader leghista Matteo Salvini, anche Giorgia Meloni si unisce al coro di chi chiede l’abolizione del reddito di cittadinanza.
Lo sfogo social della presidente di Fratelli d’Italia arriva dopo la notizia della maxi-truffa scoperta dalla Guardia di Finanza di Genova, ad opera di oltre 1.500 persone, la maggior parte extracomunitari, che percepivano il sussidio senza avere i requisiti necessari.
Nessuno di loro, infatti, era residente in Italia o viveva nel nostro Paese da dieci anni. In tutto, secondo quanto si legge sull’Ansa, il danno alle casse dell’Inps ammonterebbe a circa 3,4 milioni di euro, che sarebbero diventati oltre 11 milioni se il reddito fosse stato erogato per tutti i 18 mesi.
Non solo. Il denaro accreditato sulle carte, anziché essere usato per comprare beni di prima necessità, veniva “monetizzato” grazie alla complicità di alcuni negozianti dei carruggi del centro di Genova, e speso quindi liberamente.
“Una frode milionaria ai danni dello Stato e uno smacco a tutti quegli italiani perbene che pagano le tasse e che, con determinazione, cercano di uscire da questa grave crisi economica”, la definisce la leader di Fratelli d’Italia.
Matteo Renzi - Sputnik Italia, 1920, 10.07.2021
Quell'asse Renzi-Salvini sul reddito di cittadinanza: "Referendum per abolirlo"
“Il Reddito di cittadinanza – continua l'attacco sui social - è una follia grillina che va abolita immediatamente”.
“Dispiace – conclude la Meloni - che tutti i partiti che sostengono Draghi, abbiano votato contro l'ordine del giorno che ne chiedeva l'abolizione”.
La scorsa settimana era stato Matteo Renzi ad annunciare che a partire dal 2022 il suo partito, Italia Viva, avrebbe dato il via ad una raccolta firme per l’abolizione del reddito di cittadinanza.
“Non è possibile che in Italia continui a esserci uno strumento con cui si educano i giovani a vivere di sussidi e non di sudore”, aveva detto Renzi davanti ai giovani di Confindustria.
A dare un assist al senatore toscano, il giorno dopo la presentazione dell’iniziativa, era stato il leader della Lega, Matteo Salvini che da Marina di Carrara aveva parlato della necessità di rivedere il provvedimento bandiera del M5S.
“Questo reddito di cittadinanza, invece di creare lavoro, sta creando problemi”, era stato il commento del leghista.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала