Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Russia taglia di nuovo investimenti nel debito pubblico Usa: -97% dal 2018

© Sputnik . Mihail KutuzovLa crisi del settore energetico aumenta il rischio di conseguenze sistemiche sulla finanza globale.
La crisi del settore energetico aumenta il rischio di conseguenze sistemiche sulla finanza globale.  - Sputnik Italia, 1920, 17.07.2021
Seguici su
All'inizio dello scorso mese il ministero delle Finanze russo ha annunciato di aver portato a zero la quota dei dollari americani nel Fondo Nazionale di Riserve dal controvalore di 187,6 miliardi $, sostituendo il biglietto verde con yuan, euro ed oro.
Gli investimenti russi nei titoli di stato statunitensi sono diminuiti di circa 150 milioni di dollari nel mese di maggio, come mostrano i dati appena pubblicati dal Dipartimento del Tesoro americano. Il portafoglio di Buoni del Tesoro statunitensi della Russia, che ammontava a 3,976 miliardi di dollari a marzo del 2021, è sceso a 3,957 miliardi di dollari ad aprile prima di finire a 3,805 miliardi di dollari a maggio. Quest'ultimo valore include 3,5 miliardi di dollari in titoli di stato a breve termine e 305 milioni di dollari in titoli a lungo termine.
La Russia è uscita dalla classifica dei principali detentori del debito pubblico statunitense nel 2018, quando ha iniziato a svendere i suoi 96 miliardi $ di Buoni del Tesoro.
Il continuo taglio dei Buoni del Tesoro USA segue l'annuncio delle autorità russe all'inizio del mese scorso, in base al quale le riserve di dollari americani di Mosca nel Fondo Nazionale di Riserve sono scese a zero, con euro, yuan, yen giapponesi e oro che ora rappresentano rispettivamente il 39,7%, 30,4%, 4,7% e 20,2%. Complessivamente il valore del Fondo ammonta a circa 187,6 miliardi $.
Dollari - Sputnik Italia, 1920, 05.04.2021
Per viceministro Esteri russo Paesi Asia-Pacifico pronti a passare a commercio senza dollaro Usa
Le autorità russe si sono attivate per tagliare le riserve in dollari e gli investimenti nel debito pubblico americano dopo aver preso atto di una serie di azioni ostili degli Stati Uniti contro Mosca e aver suggerito che la politica delle sanzioni di Washington contribuisce a minare la fiducia internazionale nella sua valuta. Oltre a tagliare le sue riserve in dollari e nei titoli di stato, la Russia ha lavorato in modo proattivo per ridurre sostanzialmente il commercio con le transazioni in dollari con partner commerciali tra cui Cina, India e Turchia, con l'obiettivo di ridurre l'impatto delle misure afflittive unilaterali degli Stati Uniti in ambito finanziario. Nel 2019, il gigante energetico russo Rosneft, l'ottava compagnia al mondo di idrocarburi per fatturato totale e la più grande in termini di volume di produzione e riserve totali, ha completato la conversione in euro dal dollaro Usa di tutti i contratti di esportazione.
All'inizio di quest'anno il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato di essere fiducioso che l'allontanamento della Russia dal biglietto verde sarebbe alla fine stato emulato da altri Paesi poiché iniziano a "dubitare della stabilità della valuta e della stabilità del Paese che la emette".
Il debito federale statunitense ha superato i 28 trilioni di dollari a marzo; considerando tutte le passività pubbliche e private, negli Stati Uniti il debito supera gli 85 trilioni di dollari, ovvero quadruplica il Pil annuale e a livello pro-capite il debito è di 256.800 $.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала