Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Variante Delta, l'allarme della Farnesina per i viaggi all'estero: "Rischio di rimanere bloccati"

© Foto : Evgeny UtkinSpiaggia vuota a Rimini
Spiaggia vuota a Rimini - Sputnik Italia, 1920, 16.07.2021
Seguici su
Sul portale Viaggiare Sicuri è comparso un avviso che avverte i viaggiatori sui pericoli di spostarsi oltre confine: "Qualsiasi spostamento, in questo periodo, può comportare un rischio di carattere sanitario".
“Il certificato verde digitale è un passo fondamentale verso viaggi liberi e sicuri quest'estate”, assicurava qualche mese fa la presidente della Commissione Ue, Ursula Von Der Leyen. E, invece, la variante Delta sembra rimettere tutto in discussione, con il numero degli italiani costretti alla quarantena fuori dai confini nazionali che si moltiplica giorno per giorno in queste prime settimane di ferie.
Dagli studenti in vacanza studio a Malta ai maturandi confinati ad Ios, fino ai ragazzi bloccati a Dubai, sono centinaia ormai i giovani risultati positivi al Covid all’estero. Per questo sul portale Viaggiare Sicuri della Farnesina da qualche giorno è comparso un avviso sul rischio di trascorrere le vacanze fuori dall’Italia.
“Tutti coloro che intendano recarsi all’estero, indipendentemente dalla destinazione e dalle motivazioni del viaggio, devono considerare che qualsiasi spostamento, in questo periodo, può comportare un rischio di carattere sanitario”, si legge sul sito gestito dal ministero degli Esteri.
“In particolare, - continua l’avviso - nel caso in cui sia necessario sottoporsi a test molecolare o antigenico per l’ingresso/rientro in Italia, si rammenta che i viaggiatori devono prendere in considerazione la possibilità che il test dia un risultato positivo. In questo caso, non è possibile viaggiare con mezzi commerciali e si è soggetti alle procedure di quarantena e contenimento previste dal Paese in cui ci si trova”.
“Tali procedure – viene sottolineato nella nota - interessano, secondo la normativa locale, anche i cosiddetti ‘contatti’ con il soggetto positivo, che sono ugualmente sottoposti a quarantena/isolamento dalle autorità locali e a cui non è consentito spostarsi”.
Proprio come è capitato ai trecento studenti selezionati dall’Inps e dall’Accademia Britannica per una vacanza studio negli Emirati Arabi. Nei giorni scorsi 11 di loro sono risultati positivi al tampone. Dopo lo screening sul resto del gruppo, i casi, come riporta TgCom24, sono saliti a duecento. I ragazzi sono assistiti dal consolato italiano e tra loro non ci sarebbero casi gravi.
Le porte della Mdina di Rabat a Malta - Sputnik Italia, 1920, 10.07.2021
Odissea Covid per 70 minorenni italiani bloccati a Malta, alcuni positivi e senza cure
Lo stesso è capitato ai 120 ragazzi in quarantena in un Covid hotel a Malta dalla scorsa settimana. Oggi un gruppo di genitori manifesterà davanti alla sede del ministero degli Esteri per lamentare la mancanza di una assistenza sanitaria “adeguata” ai loro figli, molti dei quali minorenni.
Altri 15 giovani si trovano in isolamento alle Cicladi. Dovevano rientrare lo scorso 13 luglio e invece rimarranno ad Ios fino alla fine del periodo di quarantena obbligatoria.
L’appello della Farnesina, quindi, è a “pianificare con massima attenzione ogni aspetto del viaggio, contemplando anche la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo all’estero, nonché di dotarsi di un’assicurazione sanitaria che copra anche i rischi connessi a Covid-19”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала