Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sondaggio rivela: Per i norvegesi la Russia è una minaccia alla pace più di Cina, Nord Corea e USA

© Sputnik . Alexey Druzhinin / Vai alla galleria fotograficaRiposo di Putin e ministro Difesa Shoigu in Siberia
Riposo di Putin e ministro Difesa Shoigu in Siberia - Sputnik Italia, 1920, 16.07.2021
Seguici su
Ben il 38% dei norvegesi vede il presidente russo Vladimir Putin come la più grande minaccia alla pace mondiale, ha concluso un sondaggio condotto dal sondaggista Ipsos per il quotidiano Dagbladet.
Mentre i norvegesi comuni hanno identificato in Vladimir Putin la più grande minaccia alla pace mondiale rappresentata da un singolo individuo, gli analisti hanno piuttosto sottolineato che i pericoli potenzialmente posti dalla Cina sarebbero ben più gravi, dato il suo ruolo crescente come superpotenza economica.
Secondo il sondaggio la seconda più grande minaccia alla pace sarebbe rappresentata dal presidente cinese Xi Jinping, con il 25%, seguito dal leader nordcoreano Kim Jong-un. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden solamente quarto con un 4%.
Un altro 7% ha affermato che nessuno di loro rappresenta una minaccia, mentre il restante 7% è indeciso.
Il direttore dell'Istituto Fridtjof Nansen, Iver B. Neumann, non è sorpreso dai risultati, elencando tre ragioni per la paura della Russia da parte dei norvegesi.
"In primo luogo, abbiamo considerato la Russia come una minaccia per la maggior parte del secolo scorso. Le persone rimangono ancora oggi vigili sulla Russia. In secondo luogo, è molto più vicina a noi di Cina, Corea del Nord e Stati Uniti. In terzo luogo, la Russia costantemente usa la forza militare come teatro", ha detto Neumann.
Eppure, la Russia, secondo Neumann, non è né una potenza globale, né una superpotenza, ma un "piccolo attore nel mondo", con "solo" 145 milioni di abitanti e "un'economia delle dimensioni della Spagna".
Al contrario, la Cina, con una forza lavoro di 1,2 miliardi di persone e un'economia destinata a superare anche gli Stati Uniti in un tempo relativamente breve, è una sfida imminente per la pace mondiale e una minaccia potenzialmente ben più grande, secondo Neumann.
"La Cina è la potenza che cambierà le cose, è chiaro dagli ultimi 15-20 anni. Avrei pensato che la gente si fosse svegliata in misura maggiore al riguardo", ha aggiunto il direttore della fondazione specializzata nella ricerca su questioni internazionali in materia di ambiente, energia e gestione delle risorse, compresi gli aspetti politici e giuridici.
Anche il ricercatore asiatico Stein Tønnesson presso il Dipartimento di ricerca sulla pace si è concentrato sulla Cina.
"È il deterioramento delle relazioni tra Cina e Stati Uniti, e Biden e Xi Jinping, che è più critico", ha affermato il ricercatore, indicando un possibile conflitto a Taiwan come l'innesco di una guerra globale.

Timori reali o tanto mainstream?

A differenza della vicina Svezia, che nel corso dei secoli ha combattuto innumerevoli guerre contro la Russia per i territori settentrionali e l'influenza generale, la Norvegia non ha mai combattuto una guerra contro il suo vasto vicino orientale.
Al contrario esisterebbe una lunga e antica tradizione di cooperazione tra Russia e Norvegia, risalente addirittura all’epoca vichinga. Si ritiene addirittura che lo stesso popolo Rus’ sia stato originato dall’unione di un gruppo di Variaghi (stirpe vichinga) che sarebbero poi andati ad unirsi alle tribù slave di Novgorod. In seguito le relazioni rimasero proficue per ambo le parti con i commerci marittimi ma le recenti accuse di spionaggio, escalation negli armamenti, ma, soprattutto, il martellante lavoro dei media mainstream norvegesi, hanno reso un certo effetto sull’opinione pubblica.
Ondata di caldo anomala in Nord America - Sputnik Italia, 1920, 07.07.2021
"Imbarazzante": politico dei Verdi incolpa la Norvegia per l'ondata di caldo anomalo in Nord America
Esempio eclatante di questa tendenza è il thriller politico ‘Occupied’, una serie televisiva norvegese, la cui prima stagione è uscita nel 2015 trasmessa su TV 2, la seconda nel 2017, la terza in produzione, venduta anche in Italia e resto del mondo dal 2019 tramite Netflix.
In questa che è la serie più costosa nella storia della televisione norvegese, si narra un futuro prossimo immaginario in cui la Russia occupa appunto la Norvegia.
Fiction e media calcano molto la mano sul pericolo, solo teorico, di una invasione russa, dimenticando piuttosto che, nei fatti, fu proprio l'Armata Rossa a liberare la Norvegia settentrionale dall’unica occupazione vera che subì il Paese, nella seconda guerra mondiale, quella ad opera della Germania nazista.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала