Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Reddito di cittadinanza da cancellare? No, da riformare a favore dei poveri - Caritas

© Sputnik . Aleksey Suhorukov / Vai alla galleria fotograficaEuro
Euro - Sputnik Italia, 1920, 16.07.2021
Seguici su
Il sostegno al reddito introdotto dal governo Conte bis andrebbe riformato e non abolito secondo il rapporto della Caritas. Sono tanti i poveri che non lo ricevono e tanti i falsi poveri a riceverlo.
Il Reddito di cittadinanza va abolito o va potenziato? Secondo la Caritas Italiana, che questa mattina ha presentato la sesta edizione del Rapporto sulla lotta alla povertà, il Rdc ha salvato molte famiglie durante la pandemia, ma non mancano le criticità.
Infatti, la Caritas chiede che ci si ponga nella prospettiva dei poveri e si veda con occhi diversi la situazione. E quello che emerge è che non tutti i veri poveri ricevono il reddito di cittadinanza, mentre lo ricevono i “falsi poveri” e chi non ne avrebbe diritto.
Come fa notare il quotidiano Avvenire, infatti, il rapporto in 490 pagine compie un ampio monitoraggio della misura di sostegno al reddito e mostra che lo strumento deve essere riformato per essere più efficace, non abolito secondo la loro analisi.
Va riformato perché solo il 44% delle famiglie povere lo ricevono, mentre oltre la metà ne è esclusa. Quindi si fa notare che il 36% di chi riceve il reddito non è povero, ma è un falso positivo, cioè persone che rientrano nei requisiti previsti dalla legge, ma che le statistiche non considerano povere.
Queste ultime sono singoli nel 41% dei casi e coppie nel 21% dei casi, e sono al netto di quelli che truffano pur di averlo.
Gli esclusi sono le famiglie povere del nord, dove il richiedente è uno straniero o sono nuclei familiari che hanno dei risparmi accantonati che vanno oltre la soglia consentita, ma che tuttavia non per questo si possono considerare persone economicamente autosufficienti.
Tra gli stranieri 4 famiglie su 10 sono escluse dal reddito di cittadinanza, scrive il rapporto sulla povertà presentato dalla Caritas e realizzato insieme a 5 università e con la collaborazione dell’Ocse.
Inoltre il rapporto fa notare che le famiglie numerose sono penalizzate, poiché scatta un meccanismo di scala di equivalenza piatta che sfavorisce i nuclei familiari con più figli e con figli minori.
Il rapporto è stato presentato questa mattina al ministro del Lavoro Andrea Orlando.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала