Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pentagono conferma che alcuni dei colombiani dell’omicidio Moïse erano stati addestrati dagli USA

© AP Photo / Ricardo ArduengoLa bandiera di Haiti
La bandiera di Haiti - Sputnik Italia, 1920, 16.07.2021
Seguici su
Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha confermato che alcuni degli ex soldati colombiani arrestati ad Haiti la scorsa settimana in relazione all'omicidio di Moïse, erano stati addestrati dall'esercito americano durante il loro periodo di servizio in quello colombiano.
"Una revisione dei nostri database di addestramento indica che un piccolo numero di individui colombiani detenuti nell'ambito di questa indagine aveva partecipato a precedenti programmi di addestramento e istruzione militare degli Stati Uniti, mentre prestava servizio attivo nelle forze militari colombiane", ha detto il portavoce del Pentagono Lt. Col. Ken Hoffman in una intervista rilasciata ieri, giovedì 15 luglio, al Washington Post.
Hoffman ha aggiunto che l'addestramento militare straniero degli Stati Uniti ha lo scopo di promuovere "il rispetto dei diritti umani, il rispetto dello stato di diritto e la subordinazione delle forze armate alla leadership civile democraticamente eletta".
Il capo della polizia nazionale haitiana (PNH), Leon Charles, ha affermato che le sue forze hanno arrestato 18 colombiani ritenuti parte di un commando di 28 uomini che ha preso d'assalto la casa di Moïse la mattina presto del 7 luglio, uccidendolo e ferendo sua moglie, Martine. Secondo le autorità militari colombiane, 17 di loro erano ex soldati, avendo lasciato il servizio tra il 2018 e il 2020.
Il presidente del Haiti Moise Jovenel - Sputnik Italia, 1920, 12.07.2021
Haiti, assassinio presidente Moïse: polizia arresta presunti organizzatori - Video
La polizia è riuscita ad arrestare anche due cittadini americani, di cui uno ex guardia giurata presso l'ambasciata canadese a Port-au-Prince e un altro ex informatore della US Drug Enforcement Agency (DEA), una forza di polizia federale che lavora anche a stretto contatto con Autorità colombiane come parte della guerra alla droga degli Stati Uniti.
Gli Stati Uniti hanno lavorato a stretto contatto con l'esercito e la polizia colombiana dall'inizio del XX secolo, cioè dalla repressione degli scioperi dei lavoratori della United Fruit negli anni '20 e '30, dal sostegno alla Colombia contro un'insurrezione comunista durante la Guerra Fredda e dalla repressione del traffico di droga dagli anni '70. Più di recente, la Colombia è stata una grande spina nel fianco del Venezuela, fungendo da base di partenza per gli infiltrati nel Paese.
Il comandante militare colombiano, generale Luis Fernando Navarro, ha detto ai giornalisti la scorsa settimana che “il reclutamento di soldati colombiani per andare in altre parti del mondo come mercenari è un problema che esiste da molto tempo, perché non esiste una legge che lo proibisca. C'è un numero significativo di soldati colombiani anche a Dubai, per esempio”.
Il generale Eduardo Zapateiro, capo dell'esercito colombiano, ha confermato alla Reuters che i soldati colombiani vengono spesso reclutati come mercenari dopo che il loro servizio obbligatorio è completato "per via della loro esperienza”, aggiungendo che "È un peccato perché li alleniamo per altre cose".
Tuttavia, tale formazione è stata anche accusata di eccessiva violenza come quella usata contro i manifestanti per le strade della Colombia all'inizio di quest'anno, in cui potrebbero essere state uccise fino a 42 persone e centinaia rimaste ferite.
Le truppe addestrate dagli Stati Uniti spesso passano a futuri meno rispettabili, come le truppe africane addestrate dal Comando Africano degli Stati Uniti, che sono responsabili di una serie di colpi di stato in tutto il continente da quando AFRICOM è stata costituita nel 2008.
I sospetti arrestati per l'omicidio del presidente haitiano Jovenel Moise - Sputnik Italia, 1920, 11.07.2021
Il primo ministro di Haiti ha affermato che il presidente Moise è stato torturato prima di morire
Le autorità haitiane e colombiane hanno identificato cinque società di sicurezza associate alla morte di Moïse, una delle quali è la CTU Security, con sede a Miami, in Florida. Il capo della polizia nazionale colombiana, il generale Jorge Luis Vargas, ha detto ai giornalisti mercoledì che la CTU aveva acquistato 19 biglietti per Haiti prima dell'operazione, presumibilmente per membri del commando.
Secondo il presidente dell'Assemblea nazionale venezuelana Jorge Rodriguez, la CTU è stata anche implicata in diversi complotti contro il presidente venezuelano Nicolas Maduro, incluso il tentativo di omicidio del 2018 con droni esplosivi e l'operazione Gideon, il tentativo del 2020 di rapire ed estradare Maduro per essere processato negli Stati Uniti con l'accusa di traffico di droga. Silvercorp USA, un altro appaltatore di sicurezza privato, è stato la forza principale dietro quest'ultima operazione, essendo stata incaricata per il lavoro dall'autoproclamato presidente ad interim Juan Guaido.
Dopo l’uccisione di Moïse, il primo ministro ad interim Claude Joseph è stato riconosciuto dagli Stati Uniti e dalle Nazioni Unite come il leader de facto del paese, sebbene Moïse avesse nominato un suo successore appena il giorno prima di venire ucciso. Joseph ha dichiarato lo stato di emergenza e ha fatto appello agli Stati Uniti e alle Nazioni Unite per il sostegno, compreso il dispiegamento di truppe per difendere le infrastrutture chiave contro le bande armate. Mentre gli Stati Uniti hanno accettato di inviare un aiuto di alto livello alle forze dell'ordine e di fornire alla EPN 5 milioni di dollari in finanziamenti, Biden ha dichiarato giovedì che non è stato preso in considerazione un dispiegamento di truppe vero e proprio.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала