Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministro transizione energetica Cingolani. Supercar 100% elettrico in 14 anni? Non fattibile

CC BY-SA 4.0 / Niccolò Caranti / ICub and Roberto Cingolani (cropped photo)Roberto Cingolani, Ministro per la Transizione ecologica
Roberto Cingolani, Ministro per la Transizione ecologica - Sputnik Italia, 1920, 16.07.2021
Seguici su
Transizione ecologica sì, ma nei limiti del fattibile con le tecnologie che abbiamo oggi e con le materie prime disponibili, altrimenti i comparti produttivi li chiudiamo. Questo il pensiero in sintesi del ministro Cingolani.
La Commissione Europea ha posto molto in alto la sua ambizione di trasformare l’Unione europea in una economia ad emissioni zero entro il 2050. Per farlo punta al bando delle auto con motore a combustibile fossile entro il 2035. Una decisione che ha scontentato tutti, le società dell’automotive da una parte e le associazioni ambientalista dall’altra. Gli uni per la irrealizzabilità del progetto in così poco tempo, gli altri perché ritengono insufficienti gli sforzi di Bruxelles.
Il ministro della Transizione energetica, Roberto Cingolani, partecipando al seminario estivo della Fondazione Symbola ha parlato appunto della irrealizzabilità in così poco tempo di questo obiettivo.
In particolare il ministro crede che non si possa chiedere al segmento di nicchia delle supercar di elettrificare in 14 anni. Questo vorrebbe dire chiudere la nostra “Motor Valley”.
Pur ribadendo che “c’è una grandissima opportunità nell’elettrificazione”, il ministro ha aggiunto:
“Ma ieri è stato comunicato dalla Commissione Ue che anche le produzioni di nicchia, come Ferrari, Lamborghini, Maserati, McLaren, dovranno adeguarsi al 2030 al full electric. Questo vuol dire che, a tecnologia costante, con l'assetto costante, la Motor valley la chiudiamo”, come riportato dall’Ansa.
Il ministro Cingolani spiega che anche da un punto di vista produttivo la pretesa della Commissione Ue è irrealizzabile, perché “se noi oggi pensassimo di avere una penetrazione del 50% di auto elettriche d'emblée, non avremmo neanche le materie prime per farle, né la grid per gestirla”.
Figuriamoci allora “su un ciclo produttivo di 14 anni, pensare che le nicchie automobilistiche e supersport si riadattino: è impensabile”, conclude Cingolani.
Il noto divulgatore scientifico e giornalista, Piero Angela, mercoledì al Tg1 parlando di ambiente ha detto siamo in ritardo di 50 anni, perché è dagli anni 1970 che queste cose si dicono.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала