Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rinnovo missione Libia, oggi ong in piazza Montecitorio. Palazzotto (LeU): "Violati i diritti umani"

© AFP 2021 / Mahmud TurkiaMigranti africani in Libia
Migranti africani in Libia - Sputnik Italia, 1920, 14.07.2021
Seguici su
Le associazioni umanitarie scenderanno in piazza per protestare contro le violazioni dei diritti umani che sarebbero state perpetrate dalla Guardia costiera libica, resasi protagonista di respingimenti illegali di mgiranti.
Entro la fine della settimana il Parlamento voterà la delibera del Governo relativa al rifinanziamento delle missioni militari all'estero, tra cui anche quella in Libia.
Il provvedimento sarà oggi per il secondo giorno dalle Commissioni riunite Affari esteri e Difesa, che lo voteranno al termine della riunione.
Un rinnovo che pone sul piede di guerra le ong che oggi, per sentire la propria voce, a partire dalle 17, in Piazza Montecitorio a Roma, terranno sit in che vedrà presenti diverse associazioni, in rappresentanza della società civile, e gruppi di cittadini.

Le richieste delle ong

Le associazioni chiederanno al governo lo stop al rinnovo della missione in Libia e al proseguimento della cooperazione con le autorità libiche, accusate di non fornire concrete garanzie sulla protezione dei diritti umani di migranti e rifugiati.
Inoltre, saranno avanzate le richieste di interrompere qualsivoglia collaborazione con la Guardia costiera libica, accusata di aver effettuato dei respingimenti illegali, oltre che di realizzare un piano per l'evacuazione delle persone rinchiuse nei centri di detenzione libici.
Le ong premeranno infine per l'estensione dei canali di ingresso regolari per migranti e rifugiati, oltre che per il ripristino di un sistema istituzionale di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale, e il riconoscimento del ruolo essenziale svolto dalle ong per i soccorsi dei migranti in mare.
Migranti su una barca - Sputnik Italia, 1920, 28.06.2021
Alarm Phone denuncia 103 migranti respinti in Libia e Tunisia: "Salvi ma in Paesi non sicuri"

Emendamenti contro il rinnovo delle missioni

Intanto nella giornata di ieri sono stati depositati diversi emendamenti a firma del deputato Erasmo Palazzotto (LeU) e dell'ex presidente della Camera, Laura Boldrini (PD), per richiedere il blocco dei finanziamenti e di ogni supporto alla Guardia Costiera Libica .
In una nota, lo stesso Palazzotto ha sottolineato come per la loro stessa natura gli accordi tra Italia e Libia violino i diritti umani:
"Le responsabilità della cosiddetta Guardia costiera libica sulle sistematiche violazioni dei diritti umani ai danni dei migranti e dei rifugiati sono ormai sotto gli occhi di tutti. Far finta di non vedere la brutalità delle violenze esercitate su uomini donne e bambini continuando a supportare le operazioni di respingimento verso luoghi di tortura equivale ad assumersene una parte di responsabilità. Un costo che non possiamo permetterci né sul piano politico, né meno che mai dal punti di vista etico e morale", ha affermato il deputato dem.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала