Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Delegato russo in Afghanistan: conseguenze per i talebani se compromettono la sicurezza regionale

© Sputnik . Vladimir Pesnya / Vai alla galleria fotograficaIl rappresentante speciale del presidente russo per l'Afghanistan Zamir Kabulov
Il rappresentante speciale del presidente russo per l'Afghanistan Zamir Kabulov - Sputnik Italia, 1920, 14.07.2021
Seguici su
Per Mosca, le forze in conflitto in Afghanistan dovrebbero concordare la formazione di un organo di transizione che permetta al Paese di garantirsi una certa stabilità.
L'inviato speciale del presidente russo per l'Afghanistan, Zamir Kabulov, ha riferito in un'intervista Sputnik che qualsiasi tentativo del movimento talebano* di minare la sicurezza in Asia centrale porterebbe a gravi conseguenze.

"Stiamo monitorando da vicino la situazione [in Afghanistan, ndr]. Ma quando i talebani vedranno che qualsiasi tentativo di minare la sicurezza dei nostri alleati in Asia centrale porterà a grandi perdite per loro, inizieranno a comportarsi bene", ha detto Kabulov.

Il diplomatico ha osservato che non ci si dovrebbe aspettare seri negoziati tra il governo e i talebani prima della caduta.
"Mi sembra che in realtà le parti saranno pronte per negoziati sostanziali e produttivi in ​​autunno. Entrambe le parti si stanno preparando alla guerra da troppo tempo e finché, come si suol dire, non si sfogheranno, è difficile contare su qualcosa di serio", ha detto Kabulov quando gli è stato chiesto se fossero previsti colloqui di pace in tempi brevi.

La via per il futuro

Secondo il funzionario, l'unico modo per le parti in guerra di uscire dallo stallo politico e porre fine alla violenza è quello di formare un governo di transizione.
"Ora, prima che sia troppo tardi, le parti dovrebbero tornare in sé e avviare negoziati sostanziali, che inevitabilmente si concluderanno con l'istituzione di un'autorità provvisoria di coalizione. Una coalizione con la partecipazione del movimento talebano. Quale percentuale e in quale proporzione saranno rappresentati i talebani è affare degli afgani. Lasciamoli decidere da soli", ha detto Kabulov.
L'inviato ha proseguito affermando che il governo afghano e i talebani devono mettersi al tavolo e concordare un organo di transizione che non venga eletto ma piuttosto oggetto di un accordo tra le due parti. Tale autorità, secondo Kabulov, dovrebbe esistere per un periodo compreso tra i due e i tre anni.

"È importante che non ci sia vuoto di potere, nessun caos nel paese, c'è bisogno di un'autorità congiunta che ponga fine alle ostilità e inizi a risolvere i problemi prima di procedere con la determinazione finale del futuro dell'Afghanistan e della futura forma di governo . Devono riportare l'ordine nel Paese e risolvere i problemi dell'integrazione dei talebani nella società", ha affermato il diplomatico.
I militari delle truppe americane in Afghanistan  - Sputnik Italia, 1920, 13.07.2021
Usa, ritiro delle truppe dall'Afghanistan completato al 95%

Le nuove tensioni in Afghanistan

L'Afghanistan sta assistendo ad un'escalation di violenza da quando gli Stati Uniti e i suoi alleati della NATO hanno iniziato il ritiro delle truppe dal Paese, in conformità con un accordo tra Washington e il movimento stesso, firmato nel febbraio 2020 a Doha.

I militanti, con le loro recenti offensive, hanno guadagnato terreno in tutto il paese, con almeno tre punti di attraversamento verso i vicini Uzbekistan, Tagikistan e Iran che sono caduti sotto il loro controllo.

*I talebani sono un'organizzazione terroristica bandita in Russia ed in altri Paesi
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала