Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Claudio Longhi: il mondo del teatro ha vissuto una crisi fortissima. Ma speriamo nella ripresa

© Foto : Evgeny UtkinLa conferenza stampa Strehler100
La conferenza stampa Strehler100 - Sputnik Italia, 1920, 14.07.2021
Seguici su
Piccolo Teatro di Milano – il Teatro d’Europa sta preparando la celebrazione del centenario dalla nascita di Giorgio Strehler, uno dei suoi fondatori. Ci sono decine di eventi, virtuali e reali, in collaborazione con Rai, Università, musei e fondazioni.
Il 14 agosto ricorreranno i cento anni esatti dalla nascita di Giorgio Strehler. In vista di questo anniversario, il Piccolo Teatro di Milano ha ideato un progetto per ricordare e celebrare il suo fondatore. Un progetto pensato per coniugare, nel segno della vita e del teatro, il passato al presente e al futuro. Nel rispetto dello spirito e dell’impegno che hanno caratterizzato l’intero percorso artistico di Strehler, il Piccolo Teatro ha scelto di dare il dovuto rilievo al centenario della sua nascita non attraverso una manifestazione commemorativa, ma puntando, piuttosto, a un insieme di attività (la creazione di un sito online, la realizzazione di due docufilm e di una serie di interviste, l’organizzazione di incontri, seminari, giornate di studio e convegni, la promozione di attività editoriali, senza dimenticare la concreta esperienza di palcoscenico) – in cui si possa ragionare della vita e dell’opera di questa figura di punta della scena novecentesca, riflettendo insieme sul nostro oggi.
Ieri il Presidente del CdA del Piccolo Teatro di Milano Salvatore Carrubba e suo Direttore Claudio Longhi (in carica dal 1° dicembre 2020, dopo 22 anni di direzioni di Sergio Escobar), insieme all’Assessore all’Autonomia e Cultura della Regione Lombardia Stefano Bruno Galli, Assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, Vice Segretario Generale della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi Sergio Enrico Rossi e Presidente Fondazione Cariplo Giovanni Fosti hanno presentato il programma delle celebrazioni che durano da 14 agosto 2021 a 14 agosto 2022. Fittissimo il programma che si trova sul sito del teatro, e dal giorno della nascita parte anche il sito dedicato.
Dopo l’incontro, Sputnik Italia ha parlato con il direttore Claudio Longhi sulla sorte del Teatro nei giorni difficili della pandemia.
© Foto : Evgeny UtkinClaudio Longhi
Claudio Longhi - Sputnik Italia, 1920, 14.07.2021
Claudio Longhi
— Lei ha preso la direzione del teatro nel momento difficile della pandemia. Come sono andate le cose?
— C’è stata naturalmente una contrazione fortissima di presenze. Detto questo, devo anche dire che la ripresa di maggio è stata relativamente confortante: nel senso che gli obiettivi del riempimento sala che c'eravamo dati sono stati raggiunti, però stiamo parlando di capienze molto limitate, cioè del 40% della capienza ordinaria. Diciamo lo zoccolo duro ha obbiettivamente tenuto considerando il fatto che la programmazione è partita a maggio, quando le programmazioni vanno a morire e dopo che le persone erano state tanti mesi chiusi in casa con molta voglia di stare all'aperto.
— E come attirare le persone a teatro, visto che c’è una parte che ha ancora paura dei luoghi pubblici ed un’altra si è disabituata ad andare al teatro e al cinema e preferisce guardare lo schermo di casa?
— La via giusta è quella di portare spettacoli che sappiano interrogare con intelligenza il presente non per fare il teatro del post-covid o teatro della pandemia, ma per registrare quello che ha portato nelle nostre geografie interiori, nel nostro modo di pensare, di vivere… Penso che siano cambiati i desideri, le curiosità e credo che ci sia necessità di guardarsi intorno e cercare di affrontare questo momento. Credo anche che sia necessario dare spazio ai giovani.
Non dimentichiamoci che quando Strehler ha fondato teatro, aveva 26 anni. È stata una scelta di rottura con il sistema teatrale, con una società teatrale. Credo che si debba avere un po’ il coraggio di prendersi questi rischi. Credo che adesso sia il momento giusto per tentare degli esperimenti.
— Quindi cosa scegliere: descrivere i temi d’attualità, come covid o cercare di fuggire nei sogni e felicità?
— Quando parlavo di presente, non pensavo di teatro che racconti il covid. Penso ad un teatro che parli di desideri che ci sono adesso, delle paure, delle preoccupazioni, delle aspirazioni e credo che ci voglia anche della leggerezza. Non necessariamente fare argomenti complessi vuol dire fare un teatro pesante. Brecht diceva che il teatro didattico è un teatro divertente.
Le persone si scattano selfie vicino al Colosseo  - Sputnik Italia, 1920, 26.04.2021
Riaperture graduali in Italia: ristoranti, cinema, teatri, sale concerto e live club
Avete già programmato la stagione?
— Stiamo definendo la programmazione in questi giorni. Il ministero impone riprogrammazione di ciò che non è stato realizzato durante i mesi scorsi, quindi tutta la prima parte di stagione è collegata alla ripresa delle cose che purtroppo non abbiamo fatto. Poi man mano invece comincerà a disegnarsi un percorso nuovo che cerca di tenere conto delle cose di cui stavo parlando.
Sara ridotta la presenza straniera, visto le limitazioni e le difficolta di viaggiare?
— Una grande presenza internazionale ci sarà a maggio, al Festival, con 20 spettacoli da tutto il mondo. Ma ci sarà una presenza internazionale anche all’inizio stagione.
Ha parlato di preoccupazioni. Uno delle maggiori preoccupazioni è la conseguenza della pandemia sul lavoro, anche nei teatri, soprattutto privati. Cosa può dire sull’argomento?
— Noi siamo pubblici, per fortuna. Il mondo del teatro privato ha vissuto la crisi fortissima, ovviamente molto più che i teatri pubblici. L’abbattimento degli incassi dovuti alla pandemia è stato drammatico. Il Ministero ha cercato di intervenire, ovviamente, ma è stata una goccia nel mare.
L'opinione dell'autore potrebbe non coincidere con la posizione della redazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала