Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Stretta in Francia sul personale sanitario No Vax: da settembre senza stipendio

© AP Photo / Ludovic MarinOlivier Véran
Olivier Véran - Sputnik Italia, 1920, 13.07.2021
Seguici su
In seguito alla ripresa dei contagi per la variante Delta, il presidente Macron ha annunciato ieri una serie di misure tra cui il vaccino obbligatorio per medici, infermieri e personale ospedaliero.
Per scongiurare una quarta ondata di Covid-19 trainata dalla variante Delta, la Francia corre ai ripari e, dopo aver introdotto l'obbligo di vaccinazione per il personale sanitario, impone una nuova stretta. Medici, infermieri e operatori avranno tempo fino al 15 settembre per vaccinarsi. Passata questa data, gli irriducibili resteranno senza lavoro e senza stipendio. Lo ha detto in televisione il ministro della Salute francese Olivier Véran.
"A partire dal 15 settembre, se siete medici o paramedici e non siete vaccinati, non potrete più lavorare e non verrete più pagati", ha dichiarato Véran ai microfoni di LCI.
Il provvedimento arriva ad un giorno dalle nuove misure annunciate dal presidente Emmanuel Macron. Oltre all'obbligo vaccinale, a partire dal 21 luglio l'accesso a manifestazioni, luoghi, trasporti pubblici sarà condizionato al possesso del green pass.
Per il ministro della Salute non si tratta "né di una sanzione, né di un ricatto" perché si potrà continuare a circolare senza essere immunizzati, quindi ""ci sarà sempre questa libertà di movimento". Davanti ad una variante più contagiosa, il ministro ha sottolineato che l'alternativa non è "tra vita normale o il lasciapassare sanitario" piuttosto tra "confinamento o lasciapassare sanitario".
Coronavirus in Francia - Sputnik Italia, 1920, 12.07.2021
Nuove regole in Francia: in bar, centri commerciali, treni e aerei solo se vaccinati o con test

Il rischio quarta ondata

Lo scorso 4 luglio il ministro della Salute francese Olivier Véran ha affermato che il paese potrebbe riscontrare la quarta ondata di coronavirus già a fine luglio per della comparsa del ceppo Delta.
La variante indiana del coronavirus è stata identificata ad ottobre. Successivamente in essa sono state distinte tre sottospecie: B.1.617.1, B.1.617.2 (variante Delta) e B.1.617.3. Si distinguono per diverse mutazioni nella proteina spike.
La variante Delta è stata identificata in molti Paesi del mondo e, secondo i medici indiani, potrebbe essere stato il motivo principale della seconda ondata della pandemia in India.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала