Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Recovery, Ecofin dà l'ok al Pnrr dell'Italia e di altri 11 Paesi

© Sputnik . Alexey Vitvitsky / Vai alla galleria fotograficaBandiere dell'UE a Bruxelles
Bandiere dell'UE a Bruxelles - Sputnik Italia, 1920, 13.07.2021
Seguici su
Sbloccato per l'Italia un prefinanziamento da 25 miliardi. I primi fondi arriveranno a fine luglio. Il via libera arriva anche per altri 11 Paesi.
I ministri dell'Economia europei, nella riunione odierna dell'Ecofin, hanno dato il via libera al Piano nazionale di ripresa e resilienza dell'Italia e di altri 11 Paesi per accedere alle risorse del Next Generation Ue. Il piano italiano è quello di maggiore entità per quantità di fondi complessiva.
I primi fondi arriveranno già a fine luglio. Oltre all'Italia il via libera è arrivato per Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Lettonia, Lussemburgo, Portogallo, Slovacchia e Spagna. I Paesi potranno ottenere un prefinanziamento del 13% dell'importo totale, per l'Italia pari a più di 25 miliardi di euro, in arrivo tra luglio e agosto.
"I finanziamenti dell'UE potrebbero presto iniziare a fluire per finanziare riforme e investimenti. Il focus ora è metterli rapidamente e correttamente ha frutto", ha dichiarato il vicepresidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis.
Per Dombrovskis il 2021 potrebbe essere l'anno dell'uscita dalla pandemia. "La piena attuazione del piano di ripresa e resilienza - ha specificato - è la priorità dei prossimi anni. Occorre fare progressi sulla finanza digitale e accelerare la transizione nell’economia reale, incoraggiando gli investimenti sostenibili”.

Gentiloni: "Una spinta alla fiducia nei mercati"

“Penso che sia molto importante il fatto che l’approvazione formale finale di questi piani arrivi proprio nel momento in cui la ripresa è in corso, perché questo darà una spinta alla fiducia nei mercati e nei paesi, permettendo a investimenti e riforme di partire – ha detto il commissario agli Affari economici, Paolo Gentiloni, alla riunione dell’Ecofin – Naturalmente siamo tutti impegnati affinché tutto questo funzioni. La decisione formale è una parte essenziale di quello che avverrà nelle prossime settimane, mesi e anni, è la parte decisiva di questo programma straordinario e senza precedenti”.

Šircelj: "Un passo verso la ripresa"

Per il presidente di turno dell'Ecofin, il ministro sloveno Andrej Šircelj, il via libera è "importante passo avanti nella ripresa economica europea" perché consentirà agli Stati membri di "utilizzare i fondi non solo per uscire dalla crisi Covid-19, ma anche per creare un'Europa resiliente, più verde e più digitale, innovativa e competitiva per le prossime generazioni dell'Ue".

Von Der Leyen: "Per l'Italia un piano senza precedenti"

Con l'approvazione dell'Ecofin i finanziamenti "per Next Generation Eu possono iniziare" ha detto la presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen, sottolineando che quello per l'Italia è "un piano senza precedenti: nei prossimi anni verranno investiti 191,5 mld per aiutare a ricostruire l'economia, renderla più verde, digitale e pronta al futuro".
La commissione europea ha promosso "a pieni voti" il Pnrr italiano a fine giugno. Tra i progetti apprezzati meccanismo anti-frodi e corruzione messo in campo e il 37% di risorse destinate alla transizione energetica.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала