Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Speranza: "Ripresa significativa dei contagi per variante Delta"

© AFP 2021 / Kenzo TribouillardRoberto Speranza, ministro della Salute
Roberto Speranza, ministro della Salute - Sputnik Italia, 1920, 13.07.2021
Seguici su
Cresce l'allarme in Europa e in Italia per la diffusione della variante Delta, più contagiosa e resistente ai vaccini.
La diffusione della nuova variante Delta preoccupa tutta l'Europa per il rischio di una nuova ondata di contagi. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha avvertito su una significativa ripresa dei contagi, nonostante le vaccinazioni.
"Nelle ultime due settimane tocchiamo con mano anche in Europa elementi di significativa ripresa del contagio dovuti in maniera particolare alla variante Delta e alla sua maggiore capacità diffusiva", ha detto martedì mattina intervenendo al Women20 Summit di Roma.
"Siamo ancora dentro un'epidemia terribile che" dalla fine del 2019 ad ora "ha toccato tutti i Paesi del mondo". "Guai a pensare che sia finita, guai ad abbassare la guardia", ha ammonito.
Il ministro ha ricordato che sull'obbligo di vaccinazione del personale sanitario la Francia "ha seguito il nostro approccio. Il decreto è stato approvato in Italia già l'1 aprile. Siamo stati il primo Paese europeo a introdurre questo obbligo. Altri ci stanno seguendo".
La stretta della Francia, che ha introdotto l'utilizzo del green pass da agosto per gli spostamenti, i trasporti e l'accesso ai locali pubblici, è dovuta alla preoccupazione per la diffusione della variante Delta.

Accelerare con le seconde dosi

I dati sui contagi in Israele, dove la mutazione ha provocato un'impennata della curva epidemiologica, mostrano la possibilità di infezione con complicazioni anche tra i soggetti che hanno ricevuto una sola dose di vaccino.
Per questo il professor Franco Locatelli, portavoce del Comitato tecnico scientifico (Cts) per l'emergenza coronavirus e presidente del Consiglio superiore di sanità, ritiene necessario accelerare con la seconda dose di vaccini.
"I dati che abbiamo a disposizione ci raccontano di persone con una sola dose di vaccino che possono sviluppare patologia in qualche caso anche grave. Questo rende ragione della scelta di completare il ciclo vaccinale più velocemente possibile", ha detto lo scienziato ospite del Life Sciences Pharma & Biotech Summit organizzato da 'Il Sole 24 Ore'.
La variante Delta si connota per una maggiore contagiosità rispetto" alla già più contagiosa variante inglese", ha proseguito.
Ad oggi sono oltre 58 milioni le dosi di vaccino contro il Covid somministrate e la campagna di vaccinazione prosegue con una media di 500 mila dosi al giorno, secondo i dati di Aifa.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала