Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Corte suprema spagnola respinge ricorsi contro la grazia ai politici secessionisti catalani

© REUTERS / Albert Gea Bandiera Catalogna
Bandiera Catalogna - Sputnik Italia, 1920, 13.07.2021
Seguici su
La decisione della maggioranza guidata da Pedro Sanchez ha scontentato sia i secessionisti che i partiti di destra, da sempre schierati contro l'indipendentismo catalano.
La Corte suprema spagnola ha rifiutato di sospendere temporaneamente i decreti del governo che graziano nove politici catalani nel periodo di analisi del loro caso.
E' stata dunque respinta la richiesta di diversi parlamentari dei partiti di opposizione "Citizens" e VOX, che a fine giugno avevano presentato ricorso contro la decisione del governo socialista di Pedro Sanchez.
Il governo spagnolo a fine giugno ha graziato nove politici catalani condannati per la loro partecipazione all'organizzazione di un referendum illegale sull'indipendenza tenutosi nel 2017.

I politici sono stati rilasciati, pur restando in vigore la pena che priva loro del diritto a ricoprire cariche elettive e pubbliche, e viene stabilito un periodo di prova: la grazia può essere annullata se durante tale periodo i condannati commettono qualche grave reato.

Insoddisfazione per il decreto governativo

La decisione delle autorità spagnole ha causato il risentimento sia dei secessionisti catalani, che chiedono un'amnistia per tutti coloro che sono coinvolti nel movimento indipendentista e nel referendum, sia i partiti di destra in Spagna, che considerano la grazia un provvedimento inaccettabile.
I decreti del governo sono stati impugnati da un certo numero di parlamentari dei partiti di opposizione: People's, Citizens e VOX.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала