Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il calabrone dei ghiacci: Scoperta nell’estremo oriente artico della Russia una specie unica

© Sputnik . Владимир Минкевич / Vai alla galleria fotograficaCalabrone
Calabrone - Sputnik Italia, 1920, 12.07.2021
Seguici su
Scienziati russi hanno scoperto sul territorio della riserva dell'isola di Wrangel, che si trova nell’oceano Artico nell’estremo oriente siberiano, esemplari di un calabrone dei ghiacci, la cui popolazione si credeva esistesse solo su Novaya Zemlya.
"Gli scienziati di Arcangelo hanno identificato i calabroni che vivono sull'isola di Wrangel (che amministrativamente fa parte del circondario autonomo della Chukotka, la penisola all’estremo nord-est della Federazione), decifrando parte del loro genoma. L'analisi ha mostrato che si tratta di Bombus glacialis (bombo glaciale), la cui popolazione era stata precedentemente scoperta su Novaya Zemlya, unico luogo al mondo in cui si riteneva esistesse”, riferiscono gli esperti della riserva naturale dell’isola.
I bombi sono un genere di insetti imenotteri della famiglia delle api. Come quest’ultime infatti, i bombi raccolgono il nettare e il polline per nutrirsi. Sono tra gli insetti impollinatori più importanti e utili per l'essere umano e l'ecosistema. Comunemente vengono chiamati ‘calabroni’ ma in maniera tecnicamente impropria dal momento che i calabroni apparterrebbero in realtà alla famiglia delle vespe.
La scoperta è stata fatta dal capo del dipartimento di entomologia dello zoo di Mosca, Mikhail Berezin, che ha consegnato i campioni raccolti ai biologi.
Serioja Tymkuvsc, uno degli ultimi abitanti dell'isola di Wrangel, foto del 1966 - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2019
SPUTNIKPEDIA: l’isola di Wrangel – l’insediamento impossibile
I bombi della dell'isola di Wrangel presentano leggere differenze di colore rispetto a quelli dalla Novaya Zemlya, altra grande isola artica russa ma a 3.400 chilometri più a ovest. Alcune parti dell'addome e del torace infatti sono più chiare. Sulla base delle differenze genetiche e dell'isolamento geografico, gli esperti hanno identificato la popolazione dei bombi Wrangel come una sottospecie separata del bombus glacialis.
Partecipande alla spedizione alla stazione meteo abbandonata nell'isola nord - Sputnik Italia, 1920, 23.02.2019
SPUTNIKPEDIA: Novaya Zemlya – l’arcipelago della ‘Nuova Terra’
"Gli scienziati notano: il calabrone glaciale è unico. È geneticamente diverso da tutte le specie continentali. Si presume che nelle precedenti epoche geologiche, il Bombus glacialis, amante del freddo, occupasse una vasta gamma nel territorio drenato dell'attuale piattaforma artica, comprese le grandi isole dell’estremo nord”, hanno detto alla riserva.
Le due popolazioni potrebbero essersi divergenti durante il caldo periodo interglaciale circa 270 mila anni fa.
Il bombus glacialis è una delle poche specie endemiche caratteristiche solo della zona artica della Federazione Russa e con un areale estremamente ristretto. Il riscaldamento globale e lo sviluppo di giacimenti minerari possono alterare le condizioni dell'habitat e portare alla morte di questa specie vulnerabile. Gli scienziati ritengono necessario condurre un monitoraggio appropriato su Novaya Zemlya e sull'isola di Wrangel e intendono richiedere l'inclusione del calabrone glaciale nel Libro rosso delle specie da proteggere della Federazione Russa.
La sottospecie è stata nominata ‘Bombus glacialis marinae’ in memoria di Marina Vladimirovna Podbolotskaya, insegnante di zoologia presso la NArFU, l’Università statale Pomor di Arcangelo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала