Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gli eredi di Bettino Craxi costretti a pagare 10 miliardi di vecchie lire per tasse evase

CC0 / Fotogramma / Craxi e il presidente francese François Mitterrand
Craxi e il presidente francese François Mitterrand - Sputnik Italia, 1920, 12.07.2021
Seguici su
La moglie e i figli dell’ex premier morto ad Hammamet hanno perso il ricorso in Cassazione per un conto svizzero riconducibile al politico.
Dovranno versare al Fisco italiano dieci miliardi di vecchie lire per le tasse evase negli anni Novanta per somme di denaro depositate su un conto svizzero.
I figli e la moglie di Bettino Craxi hanno perso il ricorso in Cassazione contro gli avvisi di accertamento per le tasse da pagare su oltre 19 miliardi e mezzo di lire tra il 1992 e il 1993.
Stefania e Vittorio Craxi, insieme alla moglie del segretario Psi Anna, inoltre, dovranno pagare 20mila euro di spese legali.

La vicenda

I fondi erano stati depositati sul conto svizzero International Gold Coast riconducibile al politico ed ex premier travolto nello scandalo Mani Pulite e morto latitante ad Hammamet nel 2000.
Gli eredi avevano presentato ricorso contro una sentenza del Tribunale regionale della Lombardia che nel 2014 avevano confermato il dovuto per l’evasione fiscale.
Secondo la Cassazione sono stati “minuziosamente elencati gli esiti dei procedimenti penali paralleli (al processo tributario)” e con "dovizia di elementi", è stato “composto un quadro probatorio che conferma la pretesa erariale e pone in rilievo il ruolo cruciale di Craxi”.
Secondo la Corte, l’ex premier aveva fatto aprire all’estero conti, come quello International Gold Coast, a prestanome già dalla metà degli anni Ottanta.
Su questo conto svizzero, in particolare, spiegano i giudici “affluivano i denari che 'qualche persona’ doveva far arrivare all'on. Craxi".
Bocciata la tesi secondo cui Craxi per eludere la tassazione personale avesse poi inviato queste somme al Partito socialista.
Secondo gli accertamenti dell’Agenzia delle entrate e dei giudici tributari lombardi quel conto svizzero era "materialmente riconducibile al Craxi e non al partito".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала