Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Quell'asse Renzi-Salvini sul reddito di cittadinanza: "Referendum per abolirlo"

© AFP 2021 / ANDREAS SOLARO Matteo Renzi
Matteo Renzi - Sputnik Italia, 1920, 10.07.2021
Seguici su
Matteo Renzi annuncia una raccolta firme per cancellare la misura. E il leader leghista rincara la dose: "Bisogna rivederlo, invece di creare lavoro crea problemi".
Dopo la stoccata al Pd sul Ddl Zan, con la proposta di modificare il testo per raggiungere un accordo con il centrodestra per l’approvazione del disegno di legge, Matteo Renzi spiazza di nuovo Dem e pentastellati con la proposta di lanciare una raccolta firme per abolire il reddito di cittadinanza.

La raccolta firme per il referendum nel 2022

Il leader di Italia Viva, che ieri a Genova ha partecipato al 50esimo convegno dei giovani di Confindustria, non ha dubbi: “è una misura che ha fallito (lo dicono i numeri) e che manda messaggi sbagliati".
Così, dal palco della kermesse annuncia che nel 2022, e quindi dopo l’elezione del presidente della Repubblica, il suo partito darà il via alla raccolta delle sottoscrizioni per chiedere un referendum abrogativo della legge che istituisce il contributo.
“Dobbiamo aiutare chi davvero non ce la fa, ma per gli altri incentivare il lavoro e non l’assistenzialismo", è il commento di Matteo Renzi. Da sempre critico nei confronti della misura, il senatore toscano ribadisce che non è possibile che “in Italia continui a esserci uno strumento con cui si educano i giovani a vivere di sussidi e non di sudore”.
Le risorse con cui viene finanziata la misura bandiera del M5S, secondo il leader di Italia Viva, dovrebbero essere dirottate alle aziende sotto forma di sgravi fiscali per consentire alle aziende di assumere.

Salvini: "Il reddito di cittadinanza? Va rivisto"

Oggi a sostenere indirettamente la battaglia renziana è il leader della Lega, Matteo Salvini, che da Marina di Carrara, dove il leghista ha fatto capolino ad uno dei gazebo allestiti per raccogliere le firme per il referendum sulla giustizia, si scaglia contro la misura.
“Bisogna rivederlo – dice Salvini - questo reddito di cittadinanza, invece di creare lavoro, sta creando problemi”.
Una dichiarazione che fa il paio con quella di Renzi. Tanto che c’è chi parla di asse fra i due Matteo, anche in vista della prossima elezione del capo dello Stato.

L'asse Renzi-Salvini

Secondo un retroscena apparso sul Corriere, i contatti tra Renzi e Salvini sarebbero sempre più fitti. E se resta esclusa una vera e propria alleanza, i due sarebbero pronti a farsi da sponda su diverse questioni: dall’abolizione del reddito di cittadinanza per l’appunto, alla battaglia della Lega sulla giustizia.
E non sarebbe un caso, sempre secondo lo stesso quotidiano, che proprio ai due Matteo avrebbe scelto di affidarsi il segretario di Stato vaticano, Pietro Parolin, per migliorare il Ddl Zan. Anche Oltretevere, scrive il Corriere, i due sarebbero ormai considerati i veri “aghi della bilancia della politica italiana”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала