Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Comunali Milano, Bernardo: Parole di Sala mi aiutano a vincere

© Foto : Public domain/Arbalete Palazzo Marino, Milano
Palazzo Marino, Milano - Sputnik Italia, 1920, 10.07.2021
Seguici su
Dal centrodestra arrivano le prime frecciatine a Beppe Sala, la campagna elettorale nella città di Milano entra finalmente nel vivo dopo mesi di limbo.
Il centrodestra alla fine trova il suo candidato sindaco per Milano, il pediatra di professione Luca Bernardo, l’unico che non ha detto di no a Matteo Salvini e agli altri partiti della coalizione.
Bernardo ha già iniziato il suo tour elettorale e partecipando ad un evento organizzato a Milano da Fratelli d’Italia, ha risposto alle battute di Sala:

“Se gli argomenti del sindaco Sala sono questi lo ringrazio perché mi sta aiutando a vincere”, dichiara come riportato da Askanews.

Quindi di Sala dice che in questi 5 anni non ha fatto “nulla”: “Se vai in giro le strade sono distrutte, le persone hanno paura e hanno senso di insicurezza”.
Secondo Bernardo, l’attuale sindaco di Milano non conosce i problemi della gente e della periferia della metropoli.

“Sala la periferia la conosce molto poco – sottolinea Bernardo – Se il taglio di un nastro è andare in periferia e comprendere i problemi… non è questa la mia idea: dobbiamo andare dalle periferie al centro. Sala non ascolta la gente”.

Quindi l’appello di Bernardo ai cittadini: “La mia famiglia è la città di Milano e se qualcuno ha piacere e voglia di invitare il candidato sindaco in agosto, io ci sono. In qualsiasi punto della città”.

Chi è Luca Bernardo?

Medico, 54 anni il prossimo 3 agosto, Luca Bernardo è il candidato sindaco del centrodestra. Dopo il no di Albertini e di Bertolaso, viene individuato “l’anti” Sala.
Il pediatra lavora presso l’ospedale Fatebenefratelli ed ha un Trullo comprato ad Otranto, in Puglia, scrive il Corriere della Sera presentando il nuovo personaggio politico ai lettori.
Bernardo è primario della Casa pediatrica del Fatebenefratelli di Milano, quando approdò nel 2005, a 38 anni, a quella missione si trovò di fronte una situazione sgangherata. Un reparto completamente da rifondare e con sole 6 stanze e due bagni e problemi di mala sanità al suo interno: avevano dimesso un bambino a cui non era stato correttamente diagnosticato un tumore.
Oggi il reparto può contare su 30 stanze e su di un servizio ospedaliero di eccellenza per essere un ospedale pubblico.
E i baby pazienti che lo desiderano, possono tenere in camera il proprio amico animale grazie al progetto realizzato con Michela Brambilla di Forza Italia, sua amica.
Riuscirà a fare il miracolo anche con Milano, Luca Bernardo?
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала