Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2021
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Talebani affermano che non prenderanno di mira interpreti afghani che lavoravano per gli americani

© AP Photo / Rahmat GulMilitanti del movimento Talebani
Militanti del movimento Talebani - Sputnik Italia, 1920, 09.07.2021
Seguici su
Il movimento talebano non prenderà di mira i traduttori afghani che hanno lavorato con gli Stati Uniti, ha detto il portavoce Suhail Shaheen.
"Garantiamo che potranno restare in Afghanistan e vivere una vita normale; non saranno danneggiati", ha detto il portavoce in una conferenza stampa a Mosca aggiungendo che i talebani* sono pronti a prendere contatti con gli Stati Uniti e avviare relazioni “da zero”.
Nel contempo l'amministrazione Biden porterà interpreti afghani in paesi terzi ad agosto, dove potranno attendere l'approvazione dei loro visti speciali di immigrazione, ha dichiarato giovedì la segretaria stampa della Casa Bianca Jen Psaki che tuttavia non ha rivelato il numero esatto di quanti interpreti sarebbero stati trasferiti.
Gli Stati Uniti intendono mantenere una presenza diplomatica, garantire l'aeroporto internazionale e perseguire la pace in Afghanistan dopo il loro ritiro dal paese, ha dichiarato giovedì il presidente Joe Biden che riguardo la questione degli ex collaboratori ha detto: "Da quando sono in carica, il 20 gennaio, abbiamo già approvato 2.500 visti speciali per gli immigrati per venire negli Stati Uniti. Fino ad ora, meno della metà ha esercitato il proprio diritto a farlo. La metà è salita su aerei e voli commerciali ed è entrata negli Stati Uniti, l'altra metà ha preferito restare, almeno finora".
In precedenza, il portavoce del Pentagono John Kirby ha affermato che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti stava valutando luoghi in cui inviare interpreti afgani e altri che avevano collaborato con gli alleati.
La partenza delle forze statunitensi e della NATO dall'Afghanistan, che dovrebbe essere completata entro l'11 settembre, è stata accolta con un'ondata di violenza, con dozzine di distretti nel nord rurale dell'Afghanistan che nelle ultime settimane sono caduti sotto il controllo dei talebani.
Nei giorni scorsi centinaia di soldati del governo afghano sono fuggiti in Tagikistan per evitare la cattura da parte dei talebani, che ora controllano oltre il 70 per cento del confine afgano-tagiko. L'Uzbekistan ha rifiutato di accettare soldati afgani che stanno cercando di attraversare il confine.
* organizzazione terroristica bandita in Russia
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала