Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sicurezza vaccini anti-Covid, Aifa rileva 18 reazioni avverse gravi ogni 100mila dosi

© Foto : ISS di San MarinoVaccinazione con Sputnik V a San Marino
Vaccinazione con Sputnik V a San Marino - Sputnik Italia, 1920, 09.07.2021
Seguici su
E' stato pubblicato il 6° rapporto dell'Aifa sulla sorveglianza dei vaccini contro il Covid-19.
Sul proprio sito ufficiale l'Agenzia italiana del farmaco ha pubblicato il 6° rapporto di farmacovigilanza sui vaccini contro il coronavirus. I dati utilizzati sono relativi ad un intervallo di tempo a partire dal 27 dicembre 2020 al 26 giugno 2021e si riferiscono ai quattro vaccini in uso nella campagna vaccinale in attuazione nel Paese: Pfizer/BioNTech, Moderna, AstraZeneca e Johnson&Johnson.
Il numero complessivo di effetti collaterali segnalati a seguito della somministrazione del siero anti-Covid è pari a 76.206 su 49.512.799 dosi inoculate: questo significa che si sono manifestate 154 reazioni ogni 100mila dosi pari in termini percentuali allo 0,154%. Delle 76.206 segnalazioni, rileva l'Aifa, l’87,9% riguardano eventi non gravi, come dolore in sede di iniezione, febbre, astenia/stanchezza, dolori muscolari.
D'altro canto, prosegue la nota dell'Aifa, sono stati registrati 18 eventi gravi ogni 100mila dosi somministrate (0,018%) a prescindere dal tipo di vaccino, dalla dose (prima o seconda) e dal possibile ruolo causale della vaccinazione.
Si nota che per l'uso dei vaccini a mRNA (Pfizer e Moderna) le segnalazioni di effetti collaterali avvengono prevalentemente nella seconda dose, mentre per il vaccino Vaxzevria di AstraZeneca dopo la prima dose.
Infine nel rapporto vengono riportate le segnalazioni di effetti collaterali nelle vaccinazioni eterologhe effettuate nei soggetti under 60 dopo che la stessa Aifa aveva sconsigliato l'uso del siero anti-Covid di AstraZeneca per questa categoria di persone. Il numero dei casi avversi è stato pari a 27 su un totale di 233.034 somministrazioni, ovvero 12 ogni 100mila dosi somministrate. Nell'86% dei casi è stato utilizzato il vaccino Pfizer, nel restante 14% il siero anti-Covid di Moderna.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала