Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sicilia, passa all'unanimità legge contro la povertà. D'Agostino: "una pagina di buona politica"

© Sputnik . Clara StatelloBaracche di Messina
Baracche di Messina - Sputnik Italia, 1920, 08.07.2021
Seguici su
L'assemblea regionale ha approvato con 39 voti favorevoli un ddl che prevede 15 milioni da stanziare nella lotta contro la povertà. "E' un testo innovativo", dichiara a Sputnik Italia il primo firmatario Nicola D'Agostino, capogruppo di Italia Viva all'Ars.
La Sicilia predispone tutti gli strumenti per far fronte all'emergenza povertà, esplosa durante la pandemia di Covid-19. Con un voto all'unanimità l'Assemblea regionale ieri ha dato il via libera ad un ddl proposto dal capogruppo di Italia Viva, Nicola D'Agostino. Il provvedimento prevede 15 milioni per le associazioni schierate in prima fila nella lotta contro l'indigenza.
"Come proponente e primo firmatario sono contento, perché il testo è stato appoggiato da tutti i miei colleghi capigruppo e da tutto il parlamento che lo ha approvato all’unanimità", il commento di D'Agostino intervistato da Sputnik Italia.

Cosa prevede il provvedimento

"La legge prevede tre azioni di intervento - spiega il capogruppo all'Ars di Italia Viva - a favore di quelle strutture di volontariato di un certo livello, come Caritas, Banco Alimentare, Comunità di Sant’Egidio:
• la prima è destinata alle strutture che somministrano alimenti, con pasti o buste della spesa,
• la seconda misura è per quelle strutture che fanno accoglienza, quindi danno un posto letto, possono migliorare le loro performance per ospitare più persone e organizzare meglio le strutture,
• la terza invece è legata all’inclusione sociale, per quelle strutture che offrono aiuto a chi è colpito da quella povertà legata alla marginalizzazione e all'abbandono. Persone che vivono in uno stato di prostrazione e solitudine, perché non hanno familiari o vivono in quartieri complicati".
Il provvedimento dispone di una dotazione finanziaria di 15 milioni di euro, 5 milioni per ognuna delle tre azioni.

"La necessità è che la prima e la seconda misura siano rapide e veloci perché bisogna sostenere queste strutture che già stanno somministrando pasti e offrendo accoglienza", prosegue.

Il testo, costituito da quattro articoli, prevede inoltre la possibilità di utilizzare gli immobili confiscati alla mafia per il sostegno agli indigenti.

La povertà in Sicilia

L'emergenza sanitaria, con lo stop alle attività economiche, ha drammaticamente pesato sulle condizioni di vita di migliaia di persone rimaste senza un redditto e precipitate in uno stato di povertà.

"C'è una povertà crescente dovuta al Covid, una marginalizzazione di una fetta importante della società che purtroppo non è stata censita. – osserva D'Agostino – Le associazioni, come la Comunità di Sant’Egidio, possono testimoniare che con la pandemia il bisogno di assistenza primaria, come un pasto o un letto, non è semplicemente raddoppiato ma addirittura parrebbe decuplicato".

Caltanissetta - Sputnik Italia, 1920, 27.06.2021
Caltanissetta, morte di fame e povertà due sorelle di 50 anni: vivevano tra escrementi e immondizia

L'idea di una legge sulla povertà

Proprio il confronto con le associazioni ha ispirato l'esigenza di un provvedimento per sostenere le strutture schierate in prima linea nella lotta alla povertà.
"Questo ddl – spiega – nasce da una mia valutazione dell'emergenza dopo aver consultato le associazioni. Mi ha dato una grossa mano di aiuto il presidente della Comunità di Sant'Egidio, Emiliano Abramo. Così è nata la proposta".

Ulteriori provvedimenti

Dopo l'approvazione all'unanimità, alcuni gruppi parlamentari, come Attiva Sicilia, hanno chiesto di proseguire nel percorso di politiche per la fuoriuscita dall'indigenza, come ad esempio misure di aiuto per le famiglie con sovra-indebitamento incolpevole.
Per D'Agostino "adesso la cosa più importante è che l’Assessorato alla Famiglia abbia un quadro chiaro della sofferenza sul territorio e possa così dire, alla luce di questi interventi che faremo e di altri già in corso, se serve fare altro. Dobbiamo fare tutto il possibile affinché non ci siano famiglie che hanno il problema di non avere nulla da mangiare".

Il ddl adottato ieri "è un testo innovativo. Non ci risulta – conclude D'Agostino – le altre regioni d'Italia abbiano adottato un testo simile".

Un testo che potrà fare da apripista nella lotta alla povertà nel resto della nazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала