Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Negoziato sul nucleare con l'Iran, da Madrid invito agli USA a sedersi al tavolo

© FotoIl ministro degli Esteri della Spagna Arancha Gonzalez Laya
Il ministro degli Esteri della Spagna Arancha Gonzalez Laya - Sputnik Italia, 1920, 06.07.2021
Seguici su
Madrid auspica il raggiungimento di progressi nelle trattative sul ritorno all’accordo nucleare con l'Iran, ha affermato il ministro degli Esteri della Spagna Arancha Gonzalez Laya.
"La Spagna auspica chiari progressi nei negoziati sul nucleare iraniano. L'unico modo per raggiungere un'intesa sono i negoziati. Speriamo che gli Stati Uniti tornino ai negoziati pienamente e che verrà raggiunto un accordo", ha detto Laya in una conferenza stampa al termine dei colloqui tra i ministri degli Esteri dell'Iniziativa di Stoccolma per il disarmo nucleare a Madrid.
Il ministro ha sottolineato che "l'accordo sarà importante non solo per le due parti, ma anche per l'intera regione".
"La stabilità al mondo è cruciale ora, quando si verificano tali turbolenze. La Spagna supporta questi negoziati sia individualmente che tramite l'Iniziativa di Stoccolma", ha aggiunto Laya.
I partecipanti alle trattative tra i ministri degli Esteri dell'Iniziativa di Stoccolma per il disarmo nucleare svoltisi lunedì a Madrid hanno invitato tutti i paesi a contribuire al disarmo nucleare e hanno espresso la soddisfazione per la decisione di Russia e USA di prorogare il trattato sul controllo degli armamenti nucleari New START. Al vertice, che si svolge in formato misto (in presenza e online), hanno partecipato Spagna, Germania, Svezia, Giordania, Kazakistan, Argentina, Canada, Repubblica di Corea, Etiopia, Finlandia, Indonesia, Giappone, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi e Svizzera. L'Iniziativa di Stoccolma esiste dal 2019 e ha come obiettivo consolidare il Trattato di non proliferazione nucleare (TNP).

Trattative a Vienna

Lo scorso 20 giugno si è concluso il sesto round di negoziati sul rinnovo totale del Piano d'azione globale congiunto (JCPOA), che prevede anche il ritorno degli USA all'accordo. Le trattative si svolgono dal 7 aprile a Vienna. Al momento non è chiaro quando si terrà il settimo round dei negoziati, ma si prevede che sarà l'ultimo, aveva riferito a Sputnik Mikhail Ulyanov, rappresentante della Russia presso le organizzazioni internazionali a Vienna.

Accordo sul nucleare iraniano del 2015 (JCPOA)

Il JCPOA è stato firmato nel 2015 da Iran, Cina, Francia, Germania, Russia, Regno Unito, Stati Uniti, insieme all'Unione Europea. L'Iran avrebbe dovuto ridimensionare il suo programma nucleare e ridurre drasticamente le proprie riserve di uranio in cambio dell’annullamento delle sanzioni.
Tuttavia, nel 2018 il presidente americano Donald Trump ha annunciato il ritiro unilaterale dall'accordo, avviando la strategia di nuove, rigide, sanzioni nei confronti dell’Iran. In seguito l'Iran ha iniziato a sospendere i suoi obblighi fissati nel documento.
Centrale nucleare di Bushehr, Iran - Sputnik Italia, 1920, 27.06.2021
Iran nega le immagini delle sue strutture nucleari all'AIEA
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала