Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Capo intelligence sudcoreano al lavoro per possibile visita del Papa in Corea del Nord

© REUTERS / Andrew MedichiniIl Papa Francesco arriva a Baghdad nella prima visita internazionale durante la crisi pandemica
Il Papa Francesco arriva a Baghdad nella prima visita internazionale durante la crisi pandemica - Sputnik Italia, 1920, 06.07.2021
Seguici su
Il capo dei servizi di intelligence della Corea del Sud Park Jie-won sta lavorando sulla possibile visita di Papa Francesco nella Repubblica Popolare Democratica della Corea, riporta l'agenzia di stampa della Santa Sede Fides, citando fonti locali.
Secondo quanto riportato da Fides, è stato Park Jie-won stesso che ha affermato di aver avuto alcuni contatti, tra cui il Nunzio Apostolico in Corea del Sud, l'Arcivescovo Alfred Xuereb, che per molto tempo è stato segretario personale di Papa Francesco, nonché l'Arcivescovo di Kwangju Kim Hee-jung, che presiede la Conferenza episcopale coreana.
Park Jie-won, in precedenza deputato del parlamento nazionale in rappresentanza del collegio elettorale di Mokpo, secondo l'agenzia, "ha svolto un ruolo fondamentale nell'organizzare il primo vertice intercoreano tra i leader sudcoreani e nordcoreani nel giugno 2000". Infatti in quel periodo ricopriva l'incarico di Segretario presidenziale del presidente Kim Dae-jung e si occupava attivamente dei preparativi per l'incontro tra il suo capo e l'ex leader nordcoreano Kim Jong-il.
"Siamo in comunione spirituale con la Chiesa in Corea e preghiamo per la pace e la riconciliazione nella penisola. Accanto a tutti i fedeli coreani, ci auguriamo che, se è volontà di Dio, Papa Francesco possa visitare la Corea del Nord per avviare una nuova era di pace. La sua visita sarebbe non tanto un punto di arrivo, quanto un punto di partenza per un tempo di riconciliazione, armonia, unità, nel nome del Vangelo. Sarebbe un momento di grazia e di benedizione per l’intera penisola", ha affermato padre Dinh Anh Nhue Nguyen, direttore dell'Agenzia Fides e Segretario generale della Pontificia Unione Missionaria.
A ottobre 2018 un portavoce dell'amministrazione presidenziale sudcoreana ha riferito che il presidente della Repubblica di Corea Moon Jae-in durante la sua visita in Vaticano ha trasmesso a Papa Francesco l'invito verbale del leader della Corea del Nord Kim Jong-un a visitare Pyongyang.
Dopo un colloquio tra il presidente e il Pontefice il 18 ottobre, il Segretario di Stato della Santa Sede, il cardinale Pietro Parolin, ha confermato la disponibilità di Papa Francesco a visitare la Corea del Nord. Secondo quanto affermato da Parolin, il presidente sudcoreano avrebbe comunicato che "c'è interesse da parte del leader nordcoreano per la visita del Papa a Pyongyang, e il Papa ha espresso la sua disponibilità". Il cardinale ha anche specificato che non è stata discussa la data di una possibile visita, poiché si trattava solo del primissimo contatto sullìargomento.
Papa Francesco - Sputnik Italia, 1920, 09.10.2018
Kim Jong-un invita Papa Francesco in Corea del Nord
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала