Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Brusaferro: “La riapertura in Inghilterra? Bene per loro. Noi teniamo alta l’attenzione”

© Foto : ETSorgSilvio Brusaferro
Silvio Brusaferro  - Sputnik Italia, 1920, 06.07.2021
Seguici su
Il presidente dell’Istituto superiore di sanità avverte sui rischi di abbassare la guardia in un momento in cui i contagi non scendono più e punta sul monitoraggio dei casi.
Ieri il premier britannico Boris Johnson ha annunciato la riapertura praticamente totale dell’Inghilterra dal 19 luglio. Una decisione che è stata contestata, soprattutto per la cancellazione dell’obbligo di mascherina anche al chiuso.
Sul tema si è espresso anche Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità, che ha commentato: “Gli inglesi? Bene per loro. Da noi resta fondamentale un monitoraggio attento”.
Per il presidente dell’Iss, infatti, bisogna mantenere alta la guardia anche se ci sono stati degli allentamento: “Da noi l’obbligo dell’uso della mascherina all’aperto è stato allentato, ma anche in una fase di circolazione contenuta del virus come l’attuale resta fondamentale mantenere l’attenzione nelle situazioni a rischio”, dice.
Si tratta di quelle situazioni dove non è consentito il distanziamento, per esempio o in assembramenti improvvisi, nella folla.
“Non bisogna stancarsi di ricordarlo”, ribadisce al Corriere della Sera, ricordando che le varianti che circolano sono diverse e possono diffondersi con velocità.

L’arma è il monitoraggio

Brusaferro sottolinea che l’Italia conta in particolare sul “sistema di monitoraggio, che copre tutte le Regioni e garantisce dati attendibili”.
In particolare sono cruciali, da una parte il sequenziamento quotidiano su campioni casuali e dall’altro le indagini “flash su un campione rappresentativo della popolazione” che hanno consentito di valutare l’avanzata della variante Delta.
“È un sistema costruito per cercare le varianti ritenute preoccupanti e quelle che potenzialmente lo possono diventare. L’Italia sta ulteriormente rafforzando l’attività di sequenziamento”.

I contagi non calano più

Brusaferro parla poi dell’asticella dei casi giornalieri, che resta intorno a nove su 100mila abitanti, senza scendere.
“I dati mostrano che la discesa si è fermata. La scommessa è mantenerci su questi numeri che garantiscono di poter tracciare i casi positivi”.
Anche se l’auspicio di scendere ancora resta forte. Resterà fondamentale mantenere alta l’attenzione anche se si viaggia all’estero e vaccinare il più possibile per raggiungere una copertura vaccinale “come scudo” a settembre.

Gli Europei a Londra

Il presidente dell’Iss dedica un commento anche agli Europei di calcio a Wembley: “Non sono preoccupato. Se i protocolli vengono rispettati, anche chi ritorna da Paesi dove la circolazione della variante Delta è sostenuta, come il Regno Unito, può essere intercettato per prevenire la formazione di focolai”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала