Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nasce il ‘Social farming’, adottare una mucca o una gallina per aiutare le piccole aziende agricole

CC0 / Pixabay / Mucca
Mucca - Sputnik Italia, 1920, 05.07.2021
Seguici su
Si sta facendo largo una nuova tendenza che lega le relazioni tra piccoli fornitori agricoli e consumatori desiderosi di cibo di qualità e controllato. Si chiama ‘social farming’ e permette di "adottare" una mucca, una gallina o qualsiasi altro animale di allevamento in cambio di latte, formaggi, uova o altri prodotti.
Come può una piccola azienda agricola affrontare la concorrenza dei grandi allevamenti industrializzati? Grazie a internet e un rapporto più diretto con i consumatori, devono essersi dette alcune piccole ma accorte aziende agricole. Nasce così il ‘social farming’, un modo per fidelizzare i clienti e, al tempo stesso, un modo per questi di avere forniture di qualità da parte di produttori fidati e ben controllati.
Sono tante le iniziative di questo tipo recentemente apparse in Italia. Per esempio, secondo quanto comunicano i media, una fattoria in provincia di Belluno, nel Veneto, e la ProLoco di Bardonecchia, in Piemonte, hanno lanciato l’idea di "adottare" delle mucche. L’idea è semplice e al tempo stesso geniale – un prodotto di qualità creato in modo artigianale non può essere venduto al prezzo di un prodotto industriale, al tempo stesso vi sono consumatori attenti alla qualità che richiedono maggiore attenzione al produttore.
In questo modo le due cose vengono messe insieme e il consumatore più esigente può conoscere e controllare, via internet ma non sono escluse visite guidate sul posto, la mucca che gli fornisce il latte con il quale fa colazione la mattina.
Il latte, il burro, il formaggio o le uova che si consumano, possono in questo modo assumere un diverso significato e consapevolezza, giustificandone anche un maggior prezzo oppure un modo diverso di arrivare al consumatore finale scavalcando la grande distribuzione.
Questa nuova tendenza si sta facendo largo non solo al nord ma anche in tutta Italia. A Catania, una tenuta alle pendici dell'Etna offre un servizio di adozione animali che con pochi euro al mese garantisce alcuni prodotti che vengono consegnati direttamente a casa. Nella provincia di Cagliari, chi adotta una pecora ha diritto a 20 chili di formaggio e un manufatto in lana.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала