Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Martedì rosso per il trasporto aereo in Italia, sciopero generale di 24 ore

Sciopero trasporto aereo, voli cancellati, aeroporto
Sciopero trasporto aereo, voli cancellati, aeroporto - Sputnik Italia, 1920, 05.07.2021
Seguici su
Confermata l’astensione dal lavoro del personale del settore proclamata contro i tagli ad Alitalia, Air Italy, Blue Panorama e altre compagnie.
Sarà una giornata difficile quella di domani per chi intende spostarsi in aereo in Italia. I sindacati, infatti, hanno confermato lo sciopero generale di tutto il personale del trasporto aereo che
si fermerà per l'intera giornata con presidi all'aeroporto di Fiumicino, di Linate e nei principali scali del Paese.
La protesta unitaria è stata proclamata da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo.
La motivazione dello sciopero è stata spiegata dai sindacati in una nota: l’astensione è "a difesa dell'occupazione dei lavoratori di Alitalia e Air Italy, Blue Panorama, Air Dolomiti e Neos".
Ma anche "Norwegian e di Ernest in liquidazione e delle low cost EasyJet, Ryan Air/Malta Air, Wizz Air, Vueling e Volotea, di tutte le compagnie aeree straniere con base e addetti nel nostro paese, come ad esempio Emirates, delle società di gestioni aeroportuali, di handling e catering e di tutti gli stagionali e precari del settore".

Il settore in crisi per la pandemia

I sindacati hanno ricordato che il trasporto aereo è uno dei settori più colpiti dalla pandemia ma, nonostante questa situazione, “non è stato considerato come una delle attività a cui prolungare il blocco dei licenziamenti”.
I sindacati chiedono “da mesi una sede di confronto interministeriale permanente e l'istituzione di una cabina di regia per garantire la tenuta sociale, assicurando gli ammortizzatori sociali e procedendo rapidamente alla riforma del settore”.
Le organizzazioni sindacali hanno minacciato anche ulteriori azioni di protesta in caso di mancate risposte dal governo.

Non soltanto trasporto aereo in piazza

Domani anche un altro settore sciopererà. Si tratta del primo sciopero generale nazionale dei lavoratori degli appalti del settore petrolchimico ed energetico.
A Roma, sono previste delegazioni da tutta Italia con circa 350 lavoratori.
Lo sciopero generale è stato proclamato per sollecitare tutele e diritti negli appalti petrolchimici e del settore energetico e per una transizione energetica sostenibile, hanno reso noto Fim Fiom e Uilm.
Il timore è che la decarbonizzazione si traduca in “de-industrializzazione e ulteriore perdita e frammentazione del lavoro”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала