Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

I nazisti cercarono di trafugare le ossa di Dante nel 1944

Dante Alighieri - Sputnik Italia, 1920, 05.07.2021
Seguici su
A mettere i bastoni tra le ruote ai tedeschi fu monsignor Giovanni Mesini, studioso di Dante e parroco locale
Stando a quanto riportato dall'agenzia di stampa ANSA, nel 1944 i nazisti tentarono di rubare le ossa di Dante Alighieri dalla sua tomba a Ravenna, in Italia.

Fortunatamente, con l'aiuto della Resistenza, monsignor GIovanni Mesini riusci a sostituire le ossa del poeta con quelle di un altro uomo la notte del 22 marzo 1944, così che queste non cadessero nelle mani dei tedeschi

In un pubblicato in occasione del 700° anniversario della morte del poeta da Sergio Roncucci, 87 anni, fratello e figlio di due delle persone che presero parte all'operazione di scambio di ossa, si legge che l'intelligence statunitense avvertì la Resistenza dell'ordine dato dal Fuhrer in persona.
Hitler, infatti, voleva che le ossa di Dante, una volta trafugate, fossero trasferite in nuovo grande mausoleo sito in Germania ed edificato da Albert Speer, l'architetto del Reich..
Analogo ordine di Hitler, in altri Paesi, fu dato per i resti di Cervantes, Zola, Molière, Tolstoj e Shakespeare, ma dell'esito di queste operazioni non è noto nulla.
Il Sommo Poeta Dante Alighieri fu sepolto in un sarcofago situato all'esterno della basilica di San Francesco, nel centro di Ravenna.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала