Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccino Sputnik, Spallanzani valuta campagna di San Marino: "elevata immunogenicità" nei residenti

© Foto : Iss di San Marino / Andrea CostaSan Marino, al via le vaccinazioni con lo Sputnik V
San Marino, al via le vaccinazioni con lo Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 04.07.2021
Seguici su
A dicembre la Repubblica di San Marino era lo stato con la più alta mortalità al mondo, ma ricorrendo al vaccino russo, ha abbattuto contagi e decessi per il Covid-19. Su questi dati Spallanzani e Iss del Titano hanno condotto uno studio sull'immunogenicità dello Sputnik.
La campagna di vaccinazione con lo Sputnik V nella Repubblica di San Marino è stato tenuta sotto osservazione dall'Istituto "Lazzaro Spallanzani" di Roma che, congiuntamente all'Iss della città del Titano, ha condotto uno studio sulla siercovonversione dei cittadini immunizzati con il vaccino russo contro il Covid-19, sviluppato dal centro Gamaleya di Mosca.
Dai dati preliminari il vaccino adenovirale russo dimostra un'"elevata immunogenicità" nei residenti della Repubblica di San Marino. Lo studio, inoltre, conferma "l'alta l'efficacia della campagna vaccinale" condotta nell'enclave anche con il vaccino Pfizer/Biontech.
Questi risultati sono stati resi noti durante un'incontro tra una rappresentanza della sanità di San Marino e i vertici dello Spallanzani, tenuto venerdì 2 luglio a Roma.

La campagna di vaccinazione a San Marino

La campagna di vaccinazione nella Repubblica di San Marino è iniziata il 25 febbraio 2021 dopo un intoppo iniziale dovuto alla mancanza di riforniture di dosi, che ha spinto la città del Titano a rivolgersi a Mosca per chiedere lo Sputnik V.
Dopo un mese dall'inizio della campagna di vaccinazione l'11,4% dei residenti era già stato immunizzato con due dosi. La quota si è elevata al 26,7% per raggiungere il 63,5% a fine maggio.
La Repubblica di San Marino, che a dicembre era il Paese con il più alto tasso di mortalità al mondo, in poco più di un mese ha abbattuto i contagi che sono passati dal oltre 200 casi settimanali nella prima metà di marzo a 30 nella seconda metà di aprile.
L'ultimo caso di contagio in territorio sammarinese risale al 12 maggio scorso, l'ultimo decesso al 25 aprile, mentre nella seconda metà di maggio si sono totalmente abbattuti i ricoveri. Questi i dati riferiti durante la conferenza.

I dati dello studio Spallanzani

I dati preliminari dello studio in corso su un campione di circa 1.000 volontari vaccinati con Sputnik V, mostrano un tasso di sieroconversione "in linea con quelli evidenziati nello studio di fase 3".

Risulta confermata "l'alta l'efficacia della campagna vaccinale nella Repubblica di San Marino. Ulteriori analisi pianificate nel corso dell'incontro, in capo all'Istituto Spallanzani, riguarderanno una stima della efficacia protettiva in condizioni di campò del vaccino Spuntnik-V dopo la prima e la seconda somministrazione e la capacità degli anticorpi indotti da questo vaccino di neutralizzare diverse varianti di SARS-CoV2", rileva lo studio.

Il vaccino russo anti-Covid Sputnik V

L'11 agosto scorso la Russia ha registrato il suo primo vaccino contro il Covid-19, chiamato Sputnik V e sviluppato dagli scienziati del Centro di Epidemiologia e Microbiologia "Gamaleya".
Il vaccino è costituito da due componenti e il vettore utilizzato per indurre la risposta immunitaria dell'organismo si basa su un adenovirus umano.
Il vaccino viene somministrato due volte, in un intervallo di 21 giorni.
All'inizio di febbraio uno studio pubblicato dalla rivista Lancet ha confermato che l'efficacia dello Sputnik V è vicina al 92%.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала