Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tregua nella guerra dello champagne tra Francia e Russia, Moet Hennessy rispetterà la legge

CC0 / Pixabay / Alcol
Alcol - Sputnik Italia, 1920, 04.07.2021
Seguici su
Il presidente russo Vladimir Putin aveva firmato una legge in base alla quale col nome di champagne si possono chiamare solo le bevande che vengono prodotte in Russia, mentre gli altri vini simili devono essere denominati "spumanti".
Il produttore francese di vini e alcolici di lusso Moet Hennessy avrebbe accettato di cambiare l'etichettatura da "champagne" a "spumante" per i prodotti esportati in Russia, riporta Bloomberg, con riferimento ad una dichiarazione della stessa azienda.
Come spiegato dal noto produttore vinicolo del Gruppo LVMH, i nuovi obblighi di etichettatura hanno portato ad una "sospensione temporanea delle forniture", ma riprenderanno al più presto dopo l'adozione delle opportune modifiche richieste dalla legislazione russa.
In precedenza i media avevano riferito che il dipartimento di distribuzione di Moet Hennessy aveva informato i partner russi in una lettera che la società si apprestava temporaneamente a sospendere le consegne dei propri prodotti.
Secondo la lettera, lo stop alle forniture dello champagne era dovuto alle modifiche della legge 171-FZ "Sulla regolamentazione dei prodotti alcolici", firmata dal capo di Stato russo Vladimir Putin. In particolare la legge va a impattare la denominazione "champagne", consentendo l'utilizzo di questo termine solo allo "champagne russo" prodotto in Russia, mentre gli altri vini di questa categoria importati dall'estero devono essere commercializzati solo con la menzione di "vino spumante".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала