Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Migranti, nave MSF sotto fermo amministrativo al porto di Augusta: riscontrate irregolarità

© AFP 2021 / Pablo GarciaUn gruppo di migranti libici a bordo del battello di salvataggio Aita Mari
Un gruppo di migranti libici a bordo del battello di salvataggio Aita Mari  - Sputnik Italia, 1920, 04.07.2021
Seguici su
La nave Geo Barents della ong Medici Senza Frontiere è sbarcata ad Augusta a giugno con 410 persone a bordo. Troppe per la Guardia Costiera, che durante un'ispezione ha riscontrato mezzi di salvataggio per un massimo di 83 persone.
La nave Geo Barents della ong Medici Senza Frontiere è stata posta sotto fermo amministrativo al porto di Augusta, dove è attraccata dal 17 giugno. Durante un'ispezione della Guardia Costiera, condotta il 2 luglio, sono emerse diverse irregolarità tali da compromettere la sicurezza delle persone a bordo. Lo si apprende da una nota stampa della Capitaneria di Porto inviata a Sputnik Italia.
La nave battente bandiera norvegese è stata sottoposta a un’ispezione “periodica”, prevista dalla direttiva comunitaria 2009/16/EC, recepita in Italia nel 2011, essendo trascorsi più di 12 mesi dall’ispezione precedente, svolta in Finlandia nell’Aprile 2019.
L'ispezione ha evidenziato alcune irregolarità rispetto alle norme vigenti in materia di sicurezza della navigazione, tali da mettere a rischio non solo l'incolumità dell'equipaggio ma anche delle persone che sono state e che potrebbero essere recuperate a bordo durante le operazioni di salvataggio.
In particolare la Guardia Costiera ha riscontrato che la nave dispone a bordo di mezzi di salvataggio certificati zattere, cinture di salvataggio) sufficienti per un numero massimo di 83 persone a fronte delle 410 sbarcate nel porto di Augusta.
Questo vuol dire che in caso di un'emergenza a bordo, che comporti l'evacuazione della nave, l'equipaggio non sarebbe in grado di garantire il salvataggio delle persone ospitate sull'imbarcazione.
Inoltre sono state accertate carenze sulla composizione e certificazione dell’equipaggio, sulle istruzioni al Comandante per garantire la stabilità della nave, per un totale di 22 carenze di cui 10 che, per la loro gravità, hanno determinato il fermo della nave.
Il fermo amministrativo, fa sapere la Guardia Costiera, sarà rimosso alla rettifica delle irregolarità rilevate in sede ispettiva.
Dal 1 Gennaio 2021 ad oggi sono state ispezionate dal personale militare specializzato della Guardia Costiera 681 navi di bandiera straniera, di diverse tipologie, che hanno toccato i porti nazionali. Di queste 55 sono state sottoposte a fermo amministrativo a causa di non conformità alle norme internazionali, riscontrate in fase ispettiva, tali da porre un rischio serio per la sicurezza della navigazione e/o per l'ambiente marino.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала