Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ever Given, raggiunto l'accordo ufficiale tra l'Autorità del Canale di Suez e l'armatore

© Sputnik . Ahmed Mahmoud / Vai alla galleria fotograficaLa nave portacontainer Ever Given
La nave portacontainer Ever Given - Sputnik Italia, 1920, 04.07.2021
Seguici su
I proprietari della nave protacontainer Ever Given hanno trovato l'accordo ufficiale sulla soluzione del conflitto e sul risarcimento con l'Autorità del Canale di Suez (SCA), ha annunciato la società assicuratrice dei proprietari della nave UK Club.
Lo scorso 23 giugno la società aveva annunciato che i proprietari della nave Ever Given hanno raggiunto un accordo di principio con l'Autorità del Canale di Suez. Tuttavia, le procedure di dissequestro della portacontainer potevano essere avviate solo dopo la firma di un accordo ufficiale.
"La società UK Club è lieta di annunciare che dopo aver stretto un accordo di principio tra le parti, nonché dopo aver tenuto successivi incontri con la commissione negoziale del Canale di Suez e numerose udienze in tribunale abbiamo fatto significativi passi avanti e ora abbiamo raggiunto l'accordo ufficiale", si legge in una nota.

La controversia

A fine aprile l'armatore ha presentato nel Tribunale di Ismailia il ricorso contro la decisione di sequestrare la nave e il carico a bordo. Come motivi per la presentazione del ricorso la società ha fatto riferimento ai dubbi sulla legittimità del sequestro del carico e alla mancanza di basi comprovate per le significative pretese dell'amministrazione del Canale di Suez sul pagamento dell'indennizzo.
Il Tribunale di Ismailia ha respinto il ricorso, prorogando il sequestro della nave, e ha trasferito la causa al tribunale di prima istanza. Quest'ultimo ha rinviato il verdetto al 4 luglio per dare alle parti la possibilità di raggiungere una soluzione transattiva.
La difesa dell'armatore sostiene che le differenze con l'autorità del canale sono legati all'importo del risarcimento, che l'armatore ritiene esagerato. Il presidente dell'SCA Osama Rabie aveva affermato in precedenza che l'inchiesta sull'incidente con la nave portacontainer Ever Given ha dimostrato l'unica colpa del capitano, mentre la società proprietaria ha il diritto di richiedere lo scarico dei container.
L'amministrazione del canale ha inizialmente rivendicato 916 milioni di dollari come il risarcimento per i danni causati dall'incidente, la perdita di reputazione, il costo dei lavori di salvataggio e altre spese, in seguito l'importo del risarcimento è stato ridotto a 550 milioni.
Una vista del Canale di Suez - Sputnik Italia, 1920, 15.05.2021
In Egitto iniziati i lavori per rendere più profondo il canale di Suez

Il blocco del traffico al Canale di Suez

La nave portacontainer Ever Given, lunga 400 metri, diretta dalla Cina al porto olandese di Rotterdam, si è arenata il 23 marzo al 151° chilometro del Canale di Suez, bloccandolo la via di navigazione e paralizzando il traffico navale.
La nave è stata disincagliata il 29 marzo dopo diversi tentativi, più di 15 rimorchiatori hanno partecipato all'operazione. L'ultima delle 422 navi finita nell'ingorgo all'ingresso del canale ha superato l'infrastruttura il 3 aprile.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала