Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Ordine dei Medici ribadisce obbligo vaccinazione per dottori: "requisito per lavorare"

© AFP 2021 / KAMIL KRZACZYNSKIVaccino anti-Covid Johnson& Johnson
Vaccino anti-Covid Johnson& Johnson - Sputnik Italia, 1920, 04.07.2021
Seguici su
Il presidente dell'Ordine ribadisce il paragone tra i medici no vax con gli ingegneri che non credono alla matematica.
Commentando la notizia del ricorso al Tar di Brescia da parte di medici e operatori sanitari contrari a farsi vaccinare contro il Covid-19, Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, ha spiegato che la vaccinazione non è una scelta, ma un prerequisito per esercitare la professione di medico.
"Ai colleghi e agli operatori sanitari che hanno avviato un ricorso contro l'obbligo vaccinale al Tar di Brescia, ricordo che la Corte Costituzionale afferma che non si tratta di un obbligo, ma di un requisito per esercitare la professione sanitaria. Ovviamente, nel momento in cui il requisito è vaccinarsi, i professionisti devono decidere: se vogliono fare i medici si devono vaccinare", ha detto all'Adnkronos.
Anelli ha ribadito che non è razionale per un medico fare una battaglia contro i vaccini.
"Un medico che, ideologicamente, fa le battaglie contro il vaccino va incontro a un procedimento disciplinare. Questo perché un medico che non crede ai vaccini è come un ingegnere che non crede alla matematica. Come si fa?", ha osservato l'esperto.
Secondo il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, il ricorso al Tar è solo un pretesto per "perdere tempo", dato che l'obbligo di vaccinazione è "giuridicamente molto ben definito".
Se Anelli si rivolge ai medici, il noto virologo Roberto Burioni si è appellato alla politica per rendere obbligatoria la vaccinazione contro il coronavirus sullo sfondo della comparsa della variante Delta del virus, diventato "molto più pericoloso".
In precedenza si è saputo che trecento tra operatori sanitari e anche medici di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova che non hanno alcuna intenzione di farsi vaccinare contro il coronavirus, loro la chiamano "battaglia di democrazia", ricorrono al Tar di Brescia per chiedere l’annullamento dell’imposizione prevista della legge.
Per il professore Ricciardi, consulente del ministero della Salute, i medici che non si fanno vaccinare non sono compatibili con l’etica e la deontologia professionale, insomma, andrebbero radiati.
In intervista a Sputnik Italia il virologo Fabrizio Pregliasco ha affermato che “la sospensione dei sanitari no vax è necessaria e giusta”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала