Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Europarlamentare leghista nella bufera per tweet no vax con slogan nazista del lager di Auschwitz

© AP Photo / Matthias SchraderLager di Auschwitz
Lager di Auschwitz  - Sputnik Italia, 1920, 03.07.2021
Seguici su
Il tweet dell'eurodeputata della Lega Francesca Donato ha provocato la reazione dell'account ufficiale dell’Auschwitz Memorial.
L’eurodeputata leghista ha sollevato un polverone di polemiche per aver ripreso una dichiarazione del 29 aprile del direttore del dipartimento prevenzione dell’Azienda sanitaria della provincia di Trento Antonio Ferro, che per esortare oltre 5mila operatori sanitari del territorio che non si erano immunizzati contro il Covid aveva affermato che "il vaccino rende liberi".
La Donato, per simpatizzare con gli oppositori al vaccino contro il Covid, ha ricordato come "la vaccinazione rende liberi" sia la traduzione del famigerato "Arbeit macht frei" ("il lavoro rende liberi"), insegna posta all'ingresso del campo di sterminio nazista di Auschwitz, ritenendo che come gli ebrei ai tempi del nazismo ora si è vittime di una dittatura sanitaria, che impone il vaccino per essere liberi.
Questo paragone ha indotto la reazione stizzita dell’account Twitter dell’Auschwitz Memorial.
In precedenza si è saputo che trecento tra operatori sanitari e anche medici di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova che non hanno alcuna intenzione di farsi vaccinare contro il coronavirus, loro la chiamano "battaglia di democrazia", ricorrono al Tar di Brescia per chiedere l’annullamento dell’imposizione prevista della legge.
Per il professore Ricciardi, consulente del ministero della Salute, i medici che non si fanno vaccinare non sono compatibili con l’etica e la deontologia professionale, insomma, andrebbero radiati.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала