Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sondaggi politici, sempre più spostati a destra ma Pd e M5s resistono

© AP Photo / Riccardo De Luca / Hassene DridiIl leader del PD, Enrico Letta e il segretario leghista Matteo Salvini
Il leader del PD, Enrico Letta e il segretario leghista Matteo Salvini - Sputnik Italia, 1920, 01.07.2021
Seguici su
Cosa potrebbe accadere alla politica italiana se oggi si votasse? Secondo un nuovo sondaggio questo il quadro politico che si presenterebbe.
Osservando i dati delle intenzioni di voto degli italiani pubblicati dall’Istituto Ixe l’1 luglio, parrebbe che il Movimento 5 Stelle sia uscito indenne dalla “guerra civile” interna, ma la verità è un’altra. Il sondaggio politico, che dà il partito di Beppe Grillo al 17%, si basa su dati dell’Osservatorio politico nazionale e riguardano il periodo 29 giugno – 1 luglio.
Bisognerà quindi attendere la prossima settimana per capire se quel che resta degli elettori del M5S sono ancora pavidamente attaccati al partito o se preferiranno optare per altre forze, oppure rifugiarsi nell’astensionismo da cui molti sono stati tirati proprio dal “partito dei cittadini”.
Questo il dato sicuramente più rilevante del sondaggio politico odierno, perché il resto della “classifica” ci racconta una Lega (ex Nord) attaccata al primo posto con il 21% delle intenzioni di voto degli italiani, ma seguito a non molta distanza dal Partito Democratico con il 20,3% dei potenziali consensi elettorali.
Fratelli d’Italia è dato al 18,1% e in risalita rispetto a giugno, dopo un simile risultato conseguito a maggio.
Forza Italia sicuramente gongola con il suo 8,6% delle intenzioni di voto che la tengono a galla nel centrodestra ormai a trazione populista e nazionalista.
Dietro seguono Articolo 1 con il 2,5% dei consensi e la Sinistra italiana con il 2,2%, mentre Azione di Carlo Calenda è declinato al 2,1% dei consensi dopo il significativo 3,7% di gennaio 2020.
+Europa con l’1,7% scavalca anche Italia Viva di Matteo Renzi che vale appena l’1,2% delle intenzioni di voto. In caso di elezioni, con un Parlamento a poltrone ridotte questi due partiti non hanno alcuna possibilità di collocare rappresentanti politici.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала