Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rischia grosso la spettatrice che ha causato la caduta di massa al Tour de France

© REUTERSCaduta Tour de France
Caduta Tour de France - Sputnik Italia, 1920, 01.07.2021
Seguici su
La gendarmeria del dipartimento di Finisterra aveva pubblicato un avviso su Facebook finalizzato ad individuare la donna che aveva lasciato il luogo dopo il misfatto e, una volta individuata, l’ha arrestata con un’accusa piuttosto grave.
Dopo l’incidente, il vicedirettore del Tour de France, Pierre-Yves Thouault, aveva promesso una causa esemplare contro l’improvvida spettatrice “affinché la piccola minoranza di persone che si comportano in questo modo non rovini lo spettacolo a tutti gli altri”.
Ora che è stata catturata, la gendarmeria ha in effetti annunciato che è in corso un’inchiesta giudiziaria per “lesioni involontarie e violazione deliberata di un obbligo di sicurezza e prudenza".

Cosa rischia?

La donna, una francese della quale finora non sono state specificate altre generalità, è arrestata e sottoposta ad un interrogatorio della polizia, ha comunicato ai media la procura di Brest, città nel dipartimento bretone di Finisterra, dove è iniziata la prima tappa di questa edizione del Tour. La pena che rischia sono due anni di carcere e una multa di 30mila euro.
Le autorità vogliono raccogliere maggiori informazioni su quanto accaduto il 26 giugno. Da quanto si evince dai video diffusi sui social, la donna si trovava a bordo strada con un cartello con su scritto "Allez opi-omi" che significa “forza” (in francese) e “nonno e nonna” (in tedesco). Guardava verso le telecamere, in direzione opposta a quella da cui arrivavano i corridori, non rendendosi conto di essere di intralcio.
Si trovava sulla linea gialla, come si vede dalle immagini, che delimita l'area dove possono stare gli spettatori, ma il suo cartello invadeva abbondantemente l’area riservata invece ai corridori.
Il ciclista tedesco Tony Martin, che era nel gruppo compatto di testa a 45 chilometri dal traguardo di Landerneau e che occupava l’intera strada, non ha potuto evitare l’impatto con il cartello perdendo l’equilibrio. Questo ha creato un effetto domino in cui sono rimaste coinvolte decine di ciclisti.
Sebbene nessun atleta sia rimasto gravemente ferito, questo incidente avrebbe potuto essere ancora più grave. In ogni caso ha alterato la gara se non l'intero Tour, e causato una delle cadute di massa più grandi dell'intera storia del ciclismo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала