Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mirabelli su sospensione sanitari Alto Adige: "Senza stipendio può essere illegittima"

© FotoInfermieri ed operatori sanitari durante Covid
Infermieri ed operatori sanitari durante Covid - Sputnik Italia, 1920, 01.07.2021
Seguici su
L'ex presidente della Corte Costituzionale Cesare Mirabelli ha commentato ad Adnkronos la vicenda della sospensione di 115 sanitari no vax in Alto Adige.
In seguito alla vicenda dei 115 sanitari no vax sospesi in Trentino Alto Adige, l'ex presidente della Corte Costituzionale, Cesare Mirabelli, ha espresso la sua posizione affermando che secondo lui questa vicenda ha rappresentato "un primo ammonimento".

"(La sospensione, ndr) se senza stipendio potrebbe essere illegittima. Il personale, ove possibile, va adibito a prestazioni diverse non pericolose per terzi o per l'operatore stesso", ha dichiarato Mirabelli.

Quest'ultimo ha poi puntualizzato che, nel caso in cui l'attività originaria non possa essere sostituita da un'altra, è necessario stare attenti per non andare contro la legge con un'ipotetico licenziamento.

Obbligatorietà di vaccinazione ad una sola categoria: la vaccinazione è un "onere" non un obbligo generalizzato

"La linea prescelta dal Governo è della persuasione e diffusione. Mi pare ragionevole che non sia stato imposto l'obbligo generalizzato per legge perché ancora non c'è la capacità di vaccinare tutta la popolazione: la visione è adeguata rispetto all'obiettivo", ha precisato Mirabelli.
Secondo l'ex presidente infatti, al di fuori dell'attuale situazione pandemica, l'onere di vaccinazione potrebbe essere rimosso anche per i sanitari. Di fatto quello della vaccinazione è un onore attualmente imposto per lo svolgimento di alcune attività.

"I sanitari hanno l'onere di una vaccinazione connessa allo svolgimento di alcune attività; non stanno subendo un obbligo generalizzato. L'obbligo della vaccinazione può essere imposto per legge e deve essere giustificato rispetto ad un interesse pubblico alla salute e interesse della collettività, in una integrazione fra queste due prospettive", ha affermato Mirabelli.

Medici: necessità di vaccinazione connessa allo svolgimento di alcune attività

Anche per quanto riguarda il personale medico, la vaccinazione non è un obbligo generalizzato ma un onere relativo allo svolgimento di alcune attività.
"Il personale sanitario dei luoghi di cura o di convivenza come le residenze per anziani può avere l'onere della vaccinazione, non l'obbligo: cioè per svolgere una certa attività deve avere dei requisiti in assenza dei quali non può essere adibito a una certa funzione, dunque può essere sospeso", ha continuato l'ex presidente della Corte Costituzionale.
Mirabelli ha poi concluso affermando che l'eventuale cessazione del rapporto di lavoro può avvenire solo nel caso in cui sia del tutto impossibile l'uso alternativo del sanitario senza necessità di vaccinazione.
Il vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 30.06.2021
Alto Adige. Asl sospende 115 sanitari no vax: si passa alle maniere forti
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала