Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Europei 2021, arrivo inglesi a Roma: ci saranno controlli rigorosi

© REUTERS / Guglielmo MangiapaneLo stadio olimpico a Roma
Lo stadio olimpico a Roma - Sputnik Italia, 1920, 01.07.2021
Seguici su
L'arrivo dei tifosi inglesi preoccupa le autorità sanitarie italiane, così i controlli di polizia alle frontiere saranno aumentati e più stringenti. Non si vuol importare altra variante delta.
Per il potenziale arrivo di tifosi inglesi dal Regno Unito in Italia per seguire la partita dell’Inghilterra contro l’Ucraina, valevole per i quarti di finale degli Europei 2020 (2021), il governo italiano ha studiato misure di controllo e contenimento rafforzate.
“La quarantena deve essere osservata in maniera rigorosa. Nel Regno Unito il numero dei contagi è in salita e anche quello dei decessi, sia pur di poco. Lo spostamento di migliaia di persone, da zone dove il virus circola in quel modo, comporta evidenti rischi”, lo ha detto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri intervistato dal Corriere della Sera.
Il problema non è tanto la regola dei 5 giorni di quarantena per chi arriva dal Regno Unito, quanto il farla rispettare.
Perché i tifosi inglesi, anche se fossero atterrati a Roma ieri, mercoledì 30 giugno, non avrebbero potuto comunque assistere al match di sabato 3 luglio per via della regola dei 5 giorni di quarantena che il Ministero della Salute ha imposto a chi proviene dal Regno Unito causa variante delta.
Ecco allora la soluzione, fare controlli rigorosi alla dogana ed in particolare in aeroporto e verificare ai tornelli dello stadio Olimpico che non vi metta piede nessun inglese che abbia violato l’isolamento.
“È comunque in fase di definizione un piano per fronteggiare la situazione, ho fiducia nel lavoro delle autorità competenti. Io personalmente metterei controlli mirati anche all’ingresso dello stadio come estrema barriera: se vuoi entrare, devi dimostrare quando sei entrato in Italia”, dice Sileri che si rende comunque conto che non è facile vigilare su migliaia di persone e controllare tutte le frontiere.

Non possiamo importare altra variante delta

L’emergenza è la variante delta, il sottosegretario Sileri riferisce che questa settimana la presenza della variante in Italia ha raggiunto il 20-26%.
“Non possiamo permetterci di importare nuovi casi con lo spostamento in massa di persone da aree in cui il virus è molto diffuso. La preoccupazione deve essere di tutti i Paesi in cui stanno avvenendo le migrazioni di tifosi”, ha aggiunto.

Restare a casa

Il sottosegretario Sileri crede che sia molto utile provare a convincere i tifosi a restare in patria e a guardare la partita davanti alla tv.
In questo modo si evita la mobilità e si riducono i rischi di distribuire il contagio in tutta Europa.
“Considerati i tempi, è impossibile venire adesso in Italia per vedere la partita di sabato osservando la quarantena”, fa osservare.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала