Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Esclusiva. Emma Marcegaglia: “B20 costituisce un'occasione di visibilità unica per l’Italia”

© Foto : B20 ItaliaB20 Italia
B20 Italia - Sputnik Italia, 1920, 01.07.2021
Seguici su
Il B20 è l’Engagement Group riservato alle imprese istituito dal G20 a partire dal 2010 per supportare i governi con linee di indirizzo e proposte concrete elaborate dalla business community in risposta alle sfide globali, promuovere il dialogo pubblico-privato e tra le organizzazioni internazionali.
In coincidenza con la presidenza italiana del G20, il B20 ha preso il via ufficialmente il 21 gennaio 2021, coordinato da Confindustria e presieduto da Emma Marcegaglia. Al centro dell’attenzione delle singole task force ci sono temi chiave quali Commercio e Investimenti; Energia ed Efficienza Energetica; Finanza per le infrastrutture, Lavoro e Formazione; Trasformazione Digitale; Integrity & Compliance; Sostenibilità ed Emergenze Globali; Salute & Scienze della Vita e Parità di genere.
L’obiettivo della presidenza italiana del B20 è quello di formulare proposte che vengano condivise dal Vertice G20 di fine ottobre e attuate dai governi e dalle organizzazioni a cui si rivolgono.
Il B20 potrebbe diventare un’occasione di rilancio per l’Italia sulla scena internazionale e le sue eccellenze imprenditoriali? E come i business leaders possono in pratica contribuire alla crescita più sostenibile e più inclusiva? Per parlarne Sputnik Italia ha raggiunto in esclusiva Emma Marcegaglia, la Chair del B20, già Presidente di Confindustria e di Businesseurope, la Confederazione europea delle imprese.
— Dottoressa Marcegaglia, il B20 è considerato il più importante degli Engagement Group istituti dal G20, l'appuntamento internazionale che dal 1999 riunisce ogni anno le principali economie del mondo. Come definirebbe gli obiettivi principali della presidenza italiana?
— Il B20 conta quest’anno oltre 1.000 delegati per circa 2.000 partecipanti totali, in rappresentanza di una comunità d'affari di oltre 6,5 milioni di imprese. Fra esse, tutte le principali corporate mondiali e tutte le maggiori business federation dei paesi G20. Questi numeri ne fanno il più partecipato e autorevole Engagement Group del G20. L’obiettivo della presidenza italiana è rivolgere proposte concrete, ambiziose e misurabili alla Presidenza G20 ed alle principali Organizzazioni internazionali per riportare l’economia e il commercio globale sui binari di una ripresa stabile, inclusiva e sostenibile. Lo faremo per ciascuna delle tematiche tradizionalmente al centro dell’attenzione del B20: Commercio e Investimenti, Energia ed Efficienza Energetica, Finanza per le infrastrutture, Lavoro e Formazione, Trasformazione Digitale, Integrity & Compliance. A queste, abbiamo deciso di affiancare due temi innovativi rispetto alle edizioni precedenti che caratterizzeranno la presidenza italiana: “Sostenibilità ed Emergenze Globali” e “Salute & Scienze della Vita”.
Il primo intende richiamare un’azione del G20 per il coordinamento e la gestione delle emergenze globali in ambito sanitario, climatico e digitale. Lo abbiamo definito “Action Council” proprio perché vogliamo richiamare l'urgenza e l'importanza della materia, rafforzando al contempo l'adesione agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
Il secondo - Salute e Scienze della vita - si propone di valorizzare una filiera industriale divenuta ancor più significativa nell’agenda post-COVID. In occasione dell’Inception Meeting, l'evento inaugurale della nostra presidenza, abbiamo inoltre lanciato una nuova priorità tematica: la Special Initiative on Women Empowerment, il cui obiettivo è promuovere il ruolo delle donne nella società e nel mercato del lavoro quale componente essenziale per il raggiungimento di uno sviluppo economico e sociale inclusivo.
Potrebbe brevemente raccontare la Sua squadra?
— Essere alla guida del B20 organizzato in Italia e da Confindustria è per me un grande onore e un privilegio straordinario, che ho accolto subito con entusiasmo e determinazione. Ma è tutt’altro che un'impresa solitaria. In questa mission ho infatti la fortuna e il piacere di essere accompagnata da una squadra straordinaria. 9 CEO di alcune delle più autorevoli realtà industriali e finanziarie italiane mi assistono in qualità di Chair dei working group in cui si articolano i lavori del B20 Italy. Ciascuno di loro sta ha lavorato intensamente in questi mesi per definire i rispettivi policy paper, i documenti che contengono le raccomandazioni che trasferiremo alla presidenza G20 in occasione del Final Summit in programma il 7 e 8 ottobre. La squadra del B20 Italy è inoltre arricchita da un Advisory Board nazionale e da un’International Advocacy Caucus, composti entrambi da circa 25 membri, che mi assistono rispettivamente nell’indirizzo generale e nell’attività di advocacy.
Non posso poi non ricordare il supporto che ci viene fornito da autorevoli e qualificati Organismi internazionali rappresentativi del settore privato, dalle più importanti società di consulenza strategica globale, nonché, per la prima volta, della collaborazione di rinomate Università italiane in qualità di Scientific Partners. Una squadra numerosa e autorevole, che sta collaborando intensamente per contribuire al successo del B20 Italy 2021.
È la prima volta che l’Italia assume la guida del G20 e del B20. Sarà, secondo Lei, un’occasione di rilancio per il Paese sulla scena internazionale e per le sue eccellenze imprenditoriali?
— Data la straordinaria crisi sanitaria ed economica che ha investito l'intero pianeta, l’edizione 2021 del B20 riveste un'importanza particolare e costituisce un'occasione di visibilità unica per il nostro Paese. Per valorizzare al meglio questa opportunità, abbiamo deciso di proporre innanzitutto un metodo di lavoro innovativo che caratterizza il nostro B20 rispetto alle edizioni precedenti. Nella formulazione delle raccomandazioni di policy che trasmetteremo al G20, eviteremo mere dichiarazioni valoriali, ma indicheremo per ciascuna sia l’orizzonte temporale per la sua implementazione che le condizioni abilitanti per il suo conseguimento.
La sessione dello SPIEF dedicata alla cooperazione all'interno del B20 per superare le difficoltà post pandemia - Sputnik Italia, 1920, 03.06.2021
Emma Marcegaglia allo SPIEF: “Ridare fiducia al multilateralismo per la crescita e lo sviluppo”
Adotteremo inoltre dei KPI che ci permetteranno da un lato di porci degli obiettivi quantificabili, dall’altro di monitorarne l’enforcement nell’arco delle prossime tre presidenze G-B20. Per essere realmente sinergici alla presidenza italiana del G20, abbiamo inoltre deciso di stimare l’impatto di ciascuna delle raccomandazioni di policy che formuleremo rispetto agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e alle 3 P del motto della presidenza italiana “People, Planet and Prosperity”. Nel proporre azioni globali verrà inoltre dato risalto alle eccellenze italiane, soprattutto quelle distintive e trasversali ai settori industriali, quali la sostenibilità, la transizione digitale ed il Made in Italy, promuovendole come best practices.
L’Italia è certamente terra di cultura, bellezza e arte, ma anche di scienza, ricerca e innovazione. Il sistema industriale italiano è altamente innovativo nei prodotti, nei processi, nelle tecnologie, nei materiali, nei sistemi e nella gestione. Il Trade Performance Index ci colloca al 2° posto per competitività del commercio internazionale, con 3 primi posti su 14 macrosettori (tessile, abbigliamento e calzature), 5 secondi posti (macchine non elettriche mezzi di trasporto, componenti elettronici, manufatti di base), e 1 settimo posto (alimenti trasformati). Solo la Germania si posiziona davanti a noi. Sul piano dell'efficienza energetica, vantiamo la più alta percentuale nell'UE di riciclaggio sul totale dei rifiuti: 79%, equivalenti ad un risparmio di 63 milioni di tonnellate di CO2. Nel 2020, nonostante la crisi, abbiamo esportato oltre 430 miliardi di euro di beni, mantenendo invariata la nostra quota di mercato sul commercio globale. Le nostre vendite in Russia hanno superato i 7 miliardi di €, confermandoci il 6° fornitore al livello globale con una quota del 4,4%.
Sempre nell'ambito del processo, stiamo lavorando per ottenere la certificazione di sostenibilità del B20 Italy, che ci permetterà di attestare come l’intero processo sia avvenuto tenendo conto dei principi e delle norme che disciplinano il comportamento responsabile e sostenibile del suo organizzatore e di tutti i suoi partecipanti. Sarà la prima volta nella storia decennale di tutti gli engagement group ufficiali del G20, a dimostrazione di come le imprese italiane sappiano essere leader sul piano della sostenibilità attraverso l'esempio e azioni concrete.
Stiamo attraversando la peggiore crisi dagli anni ’30 in termini di impatto economico e sociale, molto più impattante di quella del 2008. Come i business leaders possono in pratica contribuire alla crescita più sostenibile e più inclusiva? Su quali priorità bisognerà spingere per far ripartire l’industria, il mondo del lavoro, la scienza soprattutto nell'ambito della sanità?
— La funzione originaria del G20 è stata proprio quella di rafforzare la collaborazione tra governi nei momenti critici, attraverso un nuovo format che riunisse per la prima volta insieme economie avanzate e paesi emergenti. Oggi con la pandemia ancora in corso e una crisi economica che ha sconvolto l’intera economia mondiale, il G20 è chiamato non solo a dare risposte concrete ad una serie di sfide comuni, ma a ridisegnare radicalmente la società del futuro.
Il segretario di Stato degli USA Anthony Blinken - Sputnik Italia, 1920, 29.06.2021
Blinken: G20 si impegni in lotta a disuguaglianze e consegna di vaccini a più paesi
Per questo è necessario che la business community mondiale faccia sentire con forza la propria voce nei confronti dei Governi G20 e delle stesse Organizzazioni internazionali. Sarà nostro compito non solo affrontare l’emergenza in atto, ma tentare di governare le trasformazioni che la pandemia ha accelerato. Il cambiamento climatico, l'economia circolare, l'efficienza delle risorse e la transizione verso le energie pulite sono alcuni dei temi al centro della nostra agenda. Rivitalizzare l'Organizzazione Mondiale del Commercio è di fondamentale importanza per ottenere finalmente un level playing field a livello globale e per rendere le catene del valore più resilienti e inclusive. Un regolamento comune per governare la trasformazione digitale è necessario per realizzare pienamente gli immensi benefici offerti dalle tecnologie digitali. Affrontare il tema delle competenze e della formazione, le disuguaglianze e le frammentazioni degli standard internazionali è centrale per condividere i benefici della ripresa. Sosterremo inoltre la necessità di una maggiore cooperazione finanziaria e di rafforzare gli investimenti in infrastrutture sostenibili. Migliorare la salute delle generazioni attuali e future e ampliare l'accesso a cure di alta qualità sono obiettivi strategici che la pandemia ha reso evidenti, così come garantire una gestione efficace delle emergenze globali, che sarà una delle legacy principali del nostro B20. Di fronte alla portata di queste sfide, come business community avvertiamo forte il senso di responsabilità nel fornire risposte concrete ed efficaci, che assicurino una ripresa più sostenibile, equa e resiliente.
La centralità della partnership pubblico-privato è un filo rosso che guida tutte e nove le nostre Task Force tematiche. Possiamo e vogliamo mettere a disposizione le nostre competenze tecniche e gestionali, valorizzando l'immenso patrimonio di conoscenze sviluppato in molti ambiti. Come imprenditori, siamo pronti ad assumerci impegni concreti, come abbiamo fatto negli ultimi mesi, adeguando i nostri modelli produttivi per garantire la continuità aziendale. Ciò che chiediamo è di rimuovere le strozzature che ancora esistono nelle legislazioni nazionali come in quella multilaterale, garantire una sana governance, allocare le risorse in modo efficiente, non esasperare il ruolo del pubblico nell’economia.
L'opinione dell'autore potrebbe non coincidere con la posizione della redazione.
Leggere la seconda parte dell'intervista.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала