Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L’estate dei ragazzi al tempo del Covid? Paura di socializzare per la metà di loro

Bambino che gioca a calcio
Bambino che gioca a calcio - Sputnik Italia, 1920, 30.06.2021
Seguici su
Vita all'aria aperta, meno regole e libertà di scegliere come riempire gli spazi vuoti. Questa la ricetta per l'estate per i propri figli in questo tempo di nuova normalità.
I giovani rimasti chiusi per tutto l’inverno tra le quattro mura studiare attraverso un computer e a preparare la tesina per l’esame di scuola media, ora hanno un po’ più paura di socializzare rispetto a un paio di anni fa.
L’associazione Europea per il disturbo da attacchi di panico (Eurodap) ha commissionato un sondaggio a cui hanno partecipato 783 persone e riportato da AskaNews.
Per quanto si tratti di un campione davvero esiguo, è emerso che l’87% dei partecipanti ha notato un calo delle capacità relazionali dei propri figli.
Secondo il 73% la didattica a distanza ha causato un peggioramento della preparazione scolastica dei propri figli, mentre il 71% ha notato un aumento preoccupante dei dispositivi elettronici non solo per studiare, ma anche per studiare.
Secondo il 51% degli intervistati, vedono i propri figli emozionati per il ritorno ad una nuova normalità fatta di maggiori relazioni. Un 43% di genitori crede che i propri figli abbiano paura di tornare a socializzare.
Queste le paure dei genitori che, si sa, sono bravi a trasmettere ai propri figli. Ma quali saranno invece i sentimenti e le emozioni dei giovani?
E soprattutto, come aiutarli questa estate a recuperare spazi di maggiore socialità?

Ecco i consigli dell’esperta dell’Eurodap

“È fondamentale che i ragazzi siano messi in condizione di riappropriarsi delle modalità comunicative adeguate ad ogni età, che riscoprano il contatto e l’attività fisica, il senso di libertà e del movimento”, dice Eleonora Iacobelli psicoterapeuta di Eurodap.
Niente vita rigidamente organizzata per i bambini questa estate, hanno bisogno di spazi vuoti ma vanno stimolati a riempirli con ciò che più gli piace fare.
Bene i campi estivi se non ci sono regole pesanti da rispettare e inoltre servirà lasciare un possibilità di scelta ai figli per migliorare la loro autostima.
Affidarli ai nonni sarà molto positivo, perché per i bambini è molto importante la figura dei nonni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала